BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Quota 96: ultime notizie, novità e ultimissime ad oggi

Continuano le proteste e le richieste da parte dei Quota 96 della scuola al governo. Indetto nuovo sciopero dai Cobas per il prossimo 10 ottobre





Dopo le proteste rimaste inascoltate nel giorno dell’inaugurazione della nuova edizione della Fiera del Levante di Bari, presieduto dal premier Renzi, ieri l’attenzione si è sposta a Palermo, dove Renzi ha inaugurato l’inizio dell’anno scolastico, e occasione in cui una delegazione del gruppo Quota 96 di Facebook è riuscito a dare una lettera al presidente del Consiglio. Il contenuto, come facilmente immaginabile, rivendica la loro situazione, la necessità di una soluzione, richieste di pensionamento effettivo ed ora si attendono risposte.

Ma anche ieri è stata forte la contestazione, del resto, è difficile immaginare un gruppo di 4mila persone già in possesso dei requisiti pensionistici ma ancora a lavoro dopo quasi tre anni essere tranquilli. La condizione di disagio e l’esasperazione cui hanno portato le continue promesse del governo mai mantenute portano i Quota 96 della scuola a comportamenti decisamente ‘aggressivi’ ma volti a far capire una volta per tutti a premier e rappresentanti delle istituzioni quanto sia diventato importante e necessario mettere un punto a questa situazione, considerando anche il precariato che cresce.

Mandare finalmente in pensione 4mila persone significherebbe anche ampliare le possibilità di lavoro e nuove assunzioni nella scuola. Ma anche questo ‘dettaglio’ sembra venire tralasciato. Il problema sono le coperture finanziarie mancanti ma anche questa spiegazione inizia a suscitare polemiche. Come, infatti, riportato da un comunicato di Sel ‘Solo qualche settimana la Ragioneria generale dello Stato ha bocciato le coperture finanziarie per risolvere il problema, creato dalla riforma Fornero, dei lavoratori della scuola denominati Quota96 perché non idonee, in quanto derivanti dalla spending review. Ora per il decreto missioni, con lo stesso tipo di coperture, la ragioneria da il via libera senza alcuna obiezione al Ministero della Difesa per coprire 213 dei 452 milioni per le missioni internazionali. La Ragioneria generale dello Stato usa due pesi e due misure? Tutto questo non è accettabile. Si risolva immediatamente il problema dei Quota96’.

E per manifestare contro riforma Fornero e gli errori da essa creata, i Cobas hanno organizzato per venerdì 10 ottobre uno sciopero nazionale che coinvolgerà tutto il personale della scuola. Ad indurre allo sciopero non solo la questione pensioni quota 96. Nel mirino tutta la nuova riforma scuola.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il