Gli utenti Apple comprano poco su Itunes

L'ultima indagine di Jupiter Research ha rilevato che solo il 5% dei file audio contenuti nei player iPod è il frutto di un regolare acquisto su iTunes; domina ancora il P2P e il ripping



Jupiter Research ha appena pubblicato una nuova indagine di mercato su Apple iTunes che in qualche modo rimette in discussione la percezione che si ha del fenomeno iPod. La sinergia marketing più potente del mondo, cioè quella formata dal noto player e dalla sua piattaforma online, è ufficialmente meno produttiva di quanto si possa pensare. In base ai dati raccolti, solo il 17% degli utenti iPod acquisterebbe regolarmente tracce audio sul negozio virtuale Apple. Si scopre così che l'80% dei contenuti audio archiviati sui portable player della mela proviene da altre fonti: P2P, ripping dei CD e collezioni di amici. E solo il 5% dall'acquisto su iTunes..

«L'offerta di musica digitale online non sembra aver cambiato il comportamento degli utenti; non è possibile ipotizzare che i possessori di un iPod rientrino tutti sotto un unico gruppo omogeneo, perché i clienti dei negozi di musica digitale affiancano l'acquisto legale di musica all'attività di file-sharing», si legge nel report.

Malgrado questo dato negativo, il mercato online continua a crescere notevolmente: solo in Europa si è giunti ad un fatturato di circa 385 milioni di euro. Jupiter Research, a questo punto, ha dimostrato che i margini di crescita sono ancora altissimi, e strettamente correlati alla cultura online più che alle tecnologie.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il