BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie riforma Governo Renzi: l'impatto delle modifiche per economia reale sarebbe fondamentale. I motivi

Aumentare il valore degli assegni dei pensionati e allargare il bonus di 80 euro: con aumenti potrebbero ripartire anche i consumi




In Italia sono 16 milioni i pensionati, molti dei quali sostengono anche le famiglie allargate con figli e nipoti. Aumentare i loro assegni con il bonus degli 80 euro o con nuovi tagli delle tasse per le pensioni minime potrebbe significare aumentare il aumentare il potere di acquisto da parte di queste categorie di persone nonchè e dare fiducia alle famiglie e si tratta di un piano che potrebbe essere messo in atto, le possibilità, infatti, ci dovrebbero essere visto che il premier Renzi ha parlato di risorse disponibili per sbloccare gli stipendi degli statali, bloccati di nuovo per il 2015 dall’ultimo annuncio del ministro Madia.  

Aumentare gli assegni rappresenterebbe un piccolo volano per l’economia italiana: avendo più soldi da spendere, si potrebbe arrivare anche ad un incremento dei consumi e sarebbe la strategia giusta per dare riavvio ad un circolo di spesa che inevitabilmente è importante. Tanto importante che anche in Grecia, nonostante gli interventi della Troika, si sta pensando proprio ad aumentare il valore pensioni per innescare un circolo positivo.

Bisognerebbe agire in questo senso, ed anche in fretta, considerando che, secondo Massimo Vivoli, presidente di Fipac e vicepresidente vicario di Confesercenti, “Nel 2014 un pensionato ‘medio’ perderà oltre 1.400 euro di potere d’acquisto rispetto al 2008. Per questa ragione è necessario un intervento mirato da parte del Governo che sia in grado di sostenere il reddito degli anziani e favorire la crescita dei consumi. Un primo punto di partenza potrebbe essere quello di estendere anche alla categoria dei pensionati il bonus di 80 euro già per i dipendenti. I dati sconfortanti degli ultimi anni ci consegnano la fotografia di un paese che non riesce a garantire sostegno a imprese e famiglie, sono queste ultime che hanno dovuto pagare il prezzo della crisi”.

Anche secondo il Cna Pensionati. Maurizio Beritini ha detto che “Il bonus 80 euro allargato alla categoria dei pensionati agli over 65 potrebbe avere un effetto immediato sui consumi, oggi al palo, così come sempre auspicato dal governo. Accogliamo con favore l’idea di estendere il bonus alle pensioni minime nella prossima legge di stabilità, così come si legge dalle indiscrezioni di stampa considerando anche che, lo sappiamo bene, gli over 65, negli ultimi anni, hanno trasferito parte del loro reddito ai figli in difficoltà economiche e lavorative. Mettere loro in tasca qualcosa in più significherebbe, senza alcun dubbio, far crescere proprio quei consumi che stentano a ripartire”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il