BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni anzianità e vecchiaia riforma Governo Renzi: novità agenda esecutivo in discorso Parlamento ufficiale del Premier.

Renzi e discorso programmatico in Parlamento: nessun riferimento a uscita anticipata per riforma pensioni ma probabile aumento assegni




Ieri il premier Renzi ha illustrato in Parlamento il  programma dei mille giorni, “l’ultima chance per far ripartire il Paese, non una dilazione” come l’ha definito Rensi stessi. Dal discorso fatto emerge chiaramente come nei piani del governo la priorità sia il lavoro, per cui “le regole vanno ridotte e devono essere più chiare”. Bisogna poi proseguire con le riforme avviate “a partire dalla legge elettorale che va fatta subito ma non per andare immediatamente a votare, ma perché una ennesima melina istituzionale sarebbe un affronto”; con il fisco, “più semplice e meno caro possibile”; con la giustizia, che “deve cancellare il violento scontro ideologico del passato”; e con le novità per la scuola.

In tanti si aspettavano interventi sulle pensioni, il cui dibattito è aperto ormai da tanto, troppo tempo, ma, a parte far chiaramente capire, come già aveva annunciato, che non intende tagliare le pensioni, e il riferimento è chiaramente alle pensioni d’oro, che avrebbero dovuto essere quelle sui 3mila euro, ma che il premier Renzi non valuta tanto ‘d’oro’ da colpire con un prelievo, sembra sia chiara anche la volontà di estendere il bonus di 80 euro anche ai pensionati che ricevono pensioni minime.

Possibile anche un taglio delle tasse. Nessuna uscita anticipata per una riforma pensioni Renzi. Ma, se venisse davvero aumentato il valore degli assegni pensionistici, si potrebbe dare, pian piano, in maniera graduale, una spinta alla ricrescita economica.

Avendo, infatti, maggiore risorse di cui usufruire, probabilmente i pensionati, che sono circa 16 milioni in Italia, oggi quelli che tirano maggiormente la cinghia proprio a causa degli assegni minimi, potrebbero tornare ad ‘investire’ nei consumi, iniziando, di conseguenza, a far nuovamente girare l’economia.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il