BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Blocco stipendi statali, polizia, forze dell'ordine, militari 2015: da dove arrivano fondi. Soluzione c'è, ma con discriminazioni

Sbloccare stipendi militari e forze dell’ordine: il piano di soluzione graduale dei ministri Alfano e Pinotti. Cosa prevede e in quanto tempo




AGGIORNAMENTO: La soluzione per il blocco degli stipendi statali, ovvero il relativo sblocco e aumento dei salari e rinnovo dei contratti sembra davvero in arrivo. I fondi sarebbero già stati trovati e le coperture arriverebbero da ministeri (440 milioni), 530 dal Governo e 199 milioni dal fondo di perequazione. Non si capisce ancora la provenienza di queste coperture se arriveranno da tagli o da quali altri capitoli di spesa toccati.
Risulta, invece, abbastanza chiaro, che lo sblocco degli stipendi il Governo Renzi ha intenzione di afrlo solo per le forze dell'ordine, militari e polizia e non per impiegati statali, vigili del fuoco e insegnanti. E non mancheranno le proteste.

Prima l’annuncio del ministro Madia sul nuovo blocco per stipendi e contratti per gli statali nel 2015, poi il dietrofront prima del ministro Alfano poi del premier Renzi che hanno annunciato, invece, la disponibilità per sbloccare gli stipendi ma non per tutti i dipendenti pubblici. La novità dovrebbe valere solo per militari e forze dell’ordine che, dopo l’annuncio della Madia, per la prima volta avevano minacciano scioperi e manifestazioni di protesta.

Coloro che invece hanno deciso di portare avanti scioperi e proteste, li hanno motivati spiegando che non si fidano ‘di vane parole e promesse, troppe volte i poliziotti e vigili del fuoco sono stati traditi. Anche perché il ministro Alfano, dopo aver detto che il problema dello sblocco stipendiale sarà risolto, ha precisato che ora occorre individuare lo strumento tecnico e il veicolo di legge più veloce per risolverlo. Che cosa vuol dire? I soldi necessari, circa un miliardo di euro, sono stati trovati per tutto il personale oppure si pensa di risolvere il problema solo per alcuni operatori e rinviare per altri tutto alle calende greche? Contrariamente ad altre organizzazioni, prontissime a firmare qualsiasi intesa, noi non accetteremo compromessi e sblocchi parziali’.

In realtà, i ministri Pinotti e Alfano stesso stanno valutando soluzioni ottimali e graduali per evitare il blocco degli stipendi per militari e forze dell’ordine. Anche il M5S ‘è dalla parte delle Forze dell’Ordine per restituire loro la dignità e riconoscerne il ruolo fondamentale per la sicurezza dei cittadini’.

Per risolvere la condizione dei militari sarebbero stati trovati 400 milioni sugli 800 necessari e la soluzione per gradi cui sta lavorando il governo, prevede un primo passo per ottobre quando, innanzitutto, dovrebbe essere varato un decreto che cancelli il blocco degli stipendi per chi lo subisce già dal primo anno; quindi a gennaio, toccherebbe a coloro colpiti dal blocco nel 2012; e nei prossimi due anni, sono previsti altri decreti per coloro soggetti al blocco nel 2013 e 2014.  
 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il