BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni donne e uomini Governo Renzi: riforma, novità in dichiarazioni a Porta a Porta del Ministro Padoan

Taglio tasse, eventuali tagli pensioni solo su pensioni più ricche, bonus 80 euro e ammortizzatori sociali: le novità pensioni di cui ha parlato Padoan




La riforma del lavoro come priorità, “Una riforma che permetterà ai giovani di lavorare meglio e guadagnare di più. Vogliamo semplificare le norme, oggi le forme contrattuali sono più di 40, noi vogliamo avere uno solo o al massimo due contratti. La riforma dovrebbe prevedere anche le retribuzioni legate ai livelli aziendali e la revisione degli ammortizzatori”. Confermato il bonus degli 80 euro con possibilità di estensione del beneficio anche a coloro che ricevono pensioni più basse.

Auspicabile, dunque, un taglio delle tasse sulle pensioni minime, ma nessun accenno, al momento, su possibilità di uscita anticipata per cambiare la riforma delle pensioni. Il ministro dell’Economia Padoan ha le idee ben chiare in merito e non è la prima volta che esterna il suo dissenso nei confronti della volontà di voler abbassare l’età pensionabile rispetto a quella oggi in vigore (66 anni e 3 mesi), idea rincorsa invece da molte forze politiche.

Le altre modiche sulla previdenza potrebbero riguardare gli ammortizzatori sociali, con meno tipologie magari, ma più forti per aiutare sistema previdenziale. Per ministro dell’Economia serve un sistema di pensioni riformata e stabile e in merito ad eventuali tagli sulle pensioni, ha precisato che interesserebbero solo le pensioni più ricche, ricalcando quanto dichiarato dal premier Renzi qualche giorno fa.

Secondo il presidente del Consiglio, infatti, “La pensione d'oro non è quella da 2-3mila euro al mese, poi è chiaro che se c’è la pensione da 90mila euro al mese, intervieni. Il governo Letta è intervenuto sulle pensioni più alte, io credo che suscitare il panico nel mondo pensionistico per 100 milioni sarebbe un grave errore”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il