BusinessOnline - Il portale per i decision maker








iOS 8: problemi riscontrati e soluzioni. Vincoli, limiti in Italia e funzioni ancora da migliorare

La nuova versione del sistema operativo mobile di Apple presenta ancora molti aspetti da migliorare e da completare. Il modulo NFC è limitato ad ApplePay.




Questa appena trascorsa è stata la settimana dell'iOS 8, il nuovo sistema operativo per iPhone 5S, iPhone 5C, iPhone 5 e iPhone 4S. Accanto all'entusiasmo e alla curiosità per le tante novità introdotte dalla società di Cupertino nell'esperienza d'uso con i propri dispositivi, non potevano mancare polemiche e critiche su mancati miglioramenti e limiti.

Il primo grande ostacolo che i possessori di un iPhone affrontano nel cammino del download e dell'installazione del nuovo sistema operativo è relativo alle dimensioni del file ovvero allo spazio libero richiesto per eseguire l'operazione. Quegli oltre 5 GB necessari appaiono decisamente un po' troppi, soprattutto per chi dispone di un modello da 16 GB.

Appare poi scontato come non tutte le app siano ancora ottimizzate per il software. Ecco allora che anche per una delle principali novità annunciate, coma la possibilità di installare tastiere di sviluppatori terzi, occorre ancora un po' di tempo. L'incompletezza dell'iOS 8 passa anche dall'HealthKit, il centro di controllo via iPhone dello stato di salute e della forma fisica, non ancora pronto. Anche il sistema di pagamento ApplePay sarà attivato solo a ottobre. A proposito, il chip NFC (Near Field Communication) per i pagamenti in mobilità è compatibile, a bordo dell'iPhone 6, con il solo ApplePay e non ha altre opzioni di utilizzo.

Apple ha allargato l'ambito di utilizzo del sensore Touch ID per il riconoscimento delle impronte digitali. Ma forse potrebbe fare di più permettendo il login per ogni applicazione. La società d Cupertino dovrebbe realizzare una API molto facile da usare, così da consentire agli sviluppatori di aggiungerne la funzionalità, ma forse si tratta solo di aspettare qualche anno.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il