BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie riforma Governo Renzi: il Premier e le sue vere convinzioni su modifiche e interventi da fare

Intervenire per riformare le pensioni con le idee e i piani del premier Renzi: quali sono, cosa prevedono e quando potrebbero arrivare?




E' stato chiaro il premier Renzi già qualche giorno fa anticipando che per recuperare i 20miliardi di tagli non si sarebbero toccate le pensioni. E così sarà:  le pensioni non saranno toccate, nonostante secondo il progetto del commissario per la spending review Cottarelli un eventuale taglio avrebbe ‘fruttato’ 2,5 miliardi di risparmi nel 2015. Del resto, Renzi, alla fine, ha dimostrato di decidere sempre da solo, come confermato dalle decisioni prese su tutte le riforme fatte finora, da quella della Pubblica Amministrazione, a quelle della Giustizia, della Scuola, e del Lavoro.

E’ sempre molto fermo nelle sue decisioni, l’unico cui sembra dare ascolto è il ministro dell’Economia Padoan, che condivide, nella maggior parte dei casi, le sue stesse posizioni. E considerando questo modo di agire è possibile che, per esempio, si agisca, come annunciato, sulle pensioni di reversibilità, di invalidità, sul ricalcolo contributivo una tantum, visto che si tratta già di idee proposte da Renzi e dai suoi consiglieri economici.

E, possibile che è vero che non ci saranno tagli alle pensioni, in riferimento a quelle pensioni di 2, 3mila euro che per il presidente del Consiglio non sono da considerare ‘d’oro’, ma è anche probabile che il tanto discusso contributo di solidarietà arrivi per gli assegni intorno ai 5mila euro, perché, come spiegato dallo stesso Renzi, “Il primo piano che Cottarelli presentò voleva tassare le pensioni sopra i 2mila euro e gli ho detto di no: non è che dai i soldi a quelli che prendono meno di 1.500 euro e li vai a prendere a chi prende 2mila. Pensione d'oro non è 2-3mila euro al mese, poi è chiaro che se c’è la pensione da 90mila euro al mese, intervieni. Il governo Letta è intervenuto sulle pensioni più alte, io credo che suscitare il panico nel mondo pensionistico per 100 milioni sarebbe un grave errore”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il