BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Blocco stipendi statali, forze dell'ordine, militari, polizia: accordo e soluzione sembra sempre più vicino per rinnovo contratto

Fissato per la prossima settimana incontro per la firma ufficiale sullo sblocco dei contratti per militari e forze di polizia: reperiti i soldi. Da dove derivano?




L’incontro la prossima settimana per decidere sullo sblocco dei contratti per polizia, militari e forze dell’ordine: c’è l’accordo tra governo e sindacati e sarebbero stati reperiti i circa 900 milioni di euro che servono per sbloccare gli stipendi dei militari. Il blocco annunciato dal ministro Madia varrà comunque per gli altri dipendenti pubblici, vigili del fuoco, insegnanti. E si profilano, come facilmente immaginabile, non poche proteste all’orizzonte.

Dei 900 milioni di euro necessari per sbloccare gli stipendi delle forze dell’ordine, circa la metà deriveranno da tagli ai ministeri dell’Interno e della Difesa utilizzando i fondi già accantonati per il personale, il resto in carico al dicastero dell’Economia. In particolare,  circa 430 milioni di euro sono stati racimolati nelle pieghe dei bilanci di Interno e Difesa, mentre poco più di 500 milioni sarebbero stati recuperati dal ministero dell'Economia. Questa la decisione di Palazzo Chigi dopo l’incontro tenutosi con il sottosegretario Luca Lotti e i ministri Alfano, Padoan, e Pinotti. I sindacati attendono ora comunicazioni ufficiali.

E in attesa della firma che sigli la risoluzione ufficiale fanno sapere ‘In attesa di una comunicazione che preannunci la risoluzione della problematica, in modo definitivo e strutturale, qualora la citata riunione di governo non dovesse essere definitivamente risolutiva della vertenza in atto, non potranno che essere confermate tutte le legittime iniziative preannunciate a tutela dei diritti delle donne e degli uomini in uniforme’.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il