BusinessOnline - Il portale per i decision maker








FIFA 15 e PES 2015: i punti di forza e i problemi e difetti di entrambi. Già segnalato un bug senza soluzione per il primo

Anche quest'anno si consuma la battaglia commerciali fra i due principali titoli di simulazione calcistica presenti sul mercato videoludico. Chi la spunterà?




AGGIORNAMENTO:  Viene già segnalato un primo bug e problema che sembra al momento essere presente solo nella versione PC di Fifa 15. Le formazioni appaiono all'improvviso impazzire e correre tutti i giocatori verso il pallone. Come avevamo già detto, comunque, per questo e altri difetti riscontrati nella demo sembra in uscita una patch giù da domani.

 

Qual è il migliore tra FIFA 15 e PES 2015? L'interrogativo si presenta puntualmente ogni anno con la realizzazione dei nuovi capitoli del simulatore di calcio. E tutte le volte la comunità del web si spacca fra cui apprezza il prodotto di gioco spettacolo proposto da Electronic Arts e chi la concretezza del titolo di Konami. Se la grafica aderente alla realtà da una parte e giocabilità simile al calcio vero dall'altra sono i due aspetti che rispettivamente caratterizzano FIFA e PES, c'è da sottolineare come nel tempo le due software house abbiano cercato di colmare le lacune migliorando laddove l'avversario mostrava in muscoli.

E così per l'edizione 15 di FIFA, se la cura dei dettagli è diventata maniacale con il campo da gioco che si consuma al ripetuto passaggio dei calciatori e i pali che vibrano per qualche secondo dopo l'impatto con il pallone, non c'è dubbio che il gameplay sia migliorato. A irrobustirlo ci ha pensato una più attenta intelligenza artificiale nelle varie fasi di gioco. Anche la fisica della palla, i movimenti del corpo dei giocatori e soluzioni a disposizione sono di migliore fattura, ma complessivamente sembrano un passo indietro rispetto a quanto proposto da Pro Evolution Soccer.

Quest'ultimo infatti rimane un punto di riferimento per gli amanti della tattica, per gli allenatori mancanti, per chi cerca soluzioni strategiche in campo e della panchina. Come recita il claim di questa stagione: "Tenetevi pure i gol facili. Miriamo alla perfezione". A fare la differenza sono i controlli reattivi, un'intelligenza forse migliore con i compagni di squadra che danno sempre aiuto, corrono e cercano spazi, nuovi modi per dribblare.

Di contro, l'edizione 2015 del titolo di Konami non può che rimanere a guardare dinanzi al numero spropositato di licenze ufficiali: 35 campionati, tra cui tutti i 18 team della Turkish Süper Lig e i 20 club di Serie A, oltre 600 squadre, 16.000 calciatori, molti dei quali esibiscono volti e movenze simili a quelli delle controparti reali, 41 stadi, fra cui tutti i 20 della Premier League 2014-15, lo Juventus Stadium, lo stadio Giuseppe Meazza e l'Olimpico. Fiore all'occhiello di PES sono naturalmente le competizioni europee per club: Champions League ed Europa League, assenti in FIFA.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il