iPhone 6 si piega facilmente. Problemi e punti di forza batteria, fotocamera, wifi, videocamera emersi da prove e test

Sono tanti i punti di forza della nuova generazione di iPhone. Non sembra convincere fino in fondo l'autonomia della batteria rispetto agli smartphone Android.

iPhone 6 si piega facilmente. Problemi e


AGGIORNAMENTO: Numerosi utenti che hanno già comprato l'iPhone 6 hanno segnalato problemi, come il fatto che si pieghi quando rimane in tasca (soprattutto posteriore) senza un eccessivo peso. Da ricordare che problemi simili erano avvenuti anche per l'iPhone 5. Le prime segnalazioni sono arrivate per l'iPhone 6 Plus, ma adesso ne stanno arrivando di simili, con tanto di foto, anche per l'iPhone 6 da 4.7.
Apple non ha ancora rilasciato nessun comunicato ufficiale in merito.
Nell'articolo sottostante gli altri punti di forza e debolezza su fotocamera, durata batteria e WIFI.

 

Batteria, Wi-Fi, fotocamera, video: quali sono le reali prestazioni dell'iPhone 6? E quali le differenze rispetto agli altri smartphone in commercio? Cosa rivelano i test effettuati questi giorni? A misurare la durata della batteria dell'iPhone 6 e a metterla a confronto con quella degli altri dispositivi ci ha provato PhoneArena. E i risultato, a dirla tutta, non è stato dei migliori. Questa è la graduatoria:

  • Sony Xperia Z3 9h 29 min
  • Huawei Ascend Mate7 9h 3 min
  • Samsung Galaxy S5 7h 38 min
  • HTC One (M8) 7h 12 min
  • iPhone 6 Plus 6h 32 min
  • LG G3 6h 14 min
  • Samsung Galaxy Note 3 6h 8 min
  • Motorola Moto X (2014) 5h 45 min
  • iPhone 6 5h 22 min
  • iPhone 5S 5h 2 min
  • Google Nexus 5 4h 50 min

Questi sono i dati dichiarati da Apple: autonomia in conversazione fino a 14 ore su 3G; autonomia in standby fino a 10 giorni (250 ore); utilizzo di Internet fino a 10 ore su 3G, fino a 10 ore su 4G LTE, fino a 11 ore su Wi-Fi; riproduzione video fino a 11 ore; riproduzione audio fino a 50 ore.

Il nuovo iPhone 6 promette meraviglie con il Wi-Fi. Secondo la società di Cupertino è molto più veloce rispetto al precedente iPhone 5S. Stando ai test eseguiti da GottaMobile, c'è corrispondenza fra quanto dichiarato e l'esperienza reale. Le prestazioni sarebbero pari a quelle degli ultimi Mac. Va da sé che la tecnologia wireless del telefono è solo una delle componenti che incide nella velocità di download di file di grandi dimensioni.

Questi sono i dati rilevati in ambiente d'ufficio:

  • iPhone 6: 180.97 Mbps Download, 24.06 Mbps Upload
  • iPhone 5S: 85.34 Mbps Download, 23.87 Mbps Upload
  • Mac Pro: 167.88 Mbps, Download 25.91 Mbps Upload

Questi sono i dati rilevati in ambiente domestico:

  • iPhone 6: 23.90 Mbps Download, 11.02 Mbps Upload
  • iPhone 5S: 1.04 Mbps Download, 0.43 Mbps Upload
  • MacBook Air: 23.76 Mbps Download, 10.58 Mbps Upload

Capitolo fotocamera, Macitynet ha messo a confronto quelle dei due nuovi modelli di iPhone. La diversità fra i due è rappresentata dalla presenza della stabilizzazione ottica dell'immagine nella versione Plus. Per il resto, entrambe sono dotate di un sensore da 8 megapixel (pixel da 1,5 micron) con autofocus con Focus Pixels e apertura diaframma ƒ/2.2. Ebbene tutte e due "producono buone immagini, paragonabili a quelle di molte compatte". Le differenze sono "pochissime, se non nulle".

La stessa prova è stata fatta con la registrazione video che nel caso ell'iPhone 6 è HD a 1080p (30 fps o 60 fps) e dà la possibilità di effettuare riprese slow motion a 120 fps o 240 fps. In confronto agli smartphone Android, quelli di Cupertino "sembrano avere la meglio".

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il