BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Indulto e Amnistia: interventi e dichiarazioni Migliucci, Aiga, Movimento 5 Stelle, Berlusconi, Orlando,

Continua l’esame dei ddl su indulto e amnistia in Commissione Giustizia e continua il dibattito sulle misure di clemenza: pareri politici e spaccamento M5S





Procede molto lentamente in Commissione Giustizia l’esame dei quattro ddl sulle misure di indulto e amnistia e continua il dibattito fra chi ne auspica, e aspetta, l’approvazione e chi invece ritiene non si tratti delle soluzioni migliori per risolvere il problema del sovraffollamento carcerario, che continua a persistere in Italia, nonostante i ‘miglioramenti’ annunciati dal ministro Orlando. Anche Beniamino Migliucci, neo eletto presidente dell’Unione delle Camere penali, sollecita il Parlamento sull’approvazione delle misure clemenza come amnistia e indulto e dice: “Al Governo Renzi diciamo che la durata ragionevole dei processi non si raggiunge con le scorciatoie che possono comprimere le garanzie e che va cancellato il doppio binario: le regole devono essere uguali per tutti i processi”.

E torna a farsi sentire anche Silvio Berlusconi, da sempre favorevole all’approvazione delle misure straordinarie di clemenza: “Governo e maggioranza stanno dando vita alla riforma della giustizia: speriamo che sani i vizi terribili che rendono ogni cittadino meno sicuro nei suoi beni, nei suoi diritti, nella sua libertà”.

Attende decisioni su indulto e amnistia anche Nicoletta Giorgi, presidente dei giovani avvocati dell’Aiga,per cui “Ogni iniziativa che vada nel segno del recupero di efficienza del servizio giustizia e dell’effettività della tutela dei diritti dei cittadini non può che essere apprezzata. I margini di miglioramento di certe misure sono senz’altro significativi, mancando delle previsioni di raccordo con la normativa in essere e con la reale gestione del procedimento in Tribunale”.

E mentre il ministro della Giustizia continua a tacere in merito, aprendo ora, seppur in maniera non esplicita, alle eventuali misure di clemenza, la questione sembra stia spaccando il Movimento 5 Stelle: se, infatti, Beppe Grillo da sempre è contro indulto e amnistia, il consigliere regionale abruzzese Leandro Bracco se ne dichiara favorevole, rischiando addirittura l'espulsione dal Movimento. Durante un  consiglio regionale abruzzese, Bracco ha votato a favore di una mozione del Pd per indulto e amnistia e la risposta di Nicola Lapenna è stata “Ciao Leandro, aspetto con ansia la tua presa di posizione non in linea con il gruppo regionale sull'indulto e amnistia”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il