BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Unico 2014: invio e trasmissione modello. Regole e istruzioni. Nessuna proroga e rinvio per trasmissione e invio

Presentazione modello Unico 2014 entro il 30 settembre e nessuna proroga prevista: cosa controllare prima dell’invio




Scade il 30 settembre il termine invio del Modello Unico 2014 e non sono previste ulteriori proroghe. E’ bene, dunque, controllare che tutto sia stato compilato per il meglio prima dell’invio. Innanzitutto, è necessario prima di tutto verificare di avere inviato tutti i modelli dichiarativi per ciascun contribuente, comprese eventuali integrative sul 2012. Tale presentazione è attestata dalle ricevute telematiche.

Bisogna poi controllare che siano state rispettate le scadenze, perché potrebbe capitare che il sistema scarti le dichiarazioni anche se presentate entro i termini previsti, ma varranno comunque se si procede alla loro ritrasmissione entro 5 giorni da quando l’Agenzia delle Entrate ha comunicato lo scarto. Se, invece, il modello Unico viene presentato entro 90 giorni la dichiarazione è valida, ma si potrebbe ricevere una sanzione compresa dai 258 fino ai 1032 euro.

Entro lo stesso termine, si può procedere al ravvedimento operoso, di 25 euro, pari a un decimo di 258 euro. Le dichiarazioni presentate con ritardo superiore a 90 giorni si considerano omesse, ma costituiscono comunque titolo per la riscossione delle imposte.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il