BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni anzianità e vecchiaia Governo Renzi: riforma, novità non devono cambiare Legge Fornero così perfetta secondo alcuni

Lega, Sel, Forza Italia e commissario Inps continuano a chiedere modifiche sulla riforma pensioni ma c’è chi ritiene si tratti di una buona legge




“Se fossi Renzi la prima riforma del lavoro che farei è cancellare la riforma Fornero sulle pensioni e cancellare gli studi di settore. L’articolo 18 è un litigio sul nulla”: questa la posizione di Metteo Salvini della Lega nei confronti della riforma pensioni Fornero, per cui ha anche lanciato un referendum abrogativo la scorsa primavera. E non è il solo esponente politico a chiedere la cancellazione totale dell’attuale legge pensionistica. Con lui anche Brunetta, Forza Italia, Sel, ma anche lo stesso commissario Inps Conti, tutti d’accordo sulla richiesta di modifiche per una maggiore flessibilità.

E poi c’è chi, schierandosi dalla parte completamente opposta difende la legge Fornero e ritiene si tratti di una buona impostazione previdenziale. Questo, per lo meno, quanto dichiarato da  Marco Gay, presidente dei Giovani di Confindustria, secondo cui “La riforma pensioni Fornero ha portato il nostro sistema previdenziale all’avanguardia, è efficace ed efficiente e deve andare ancora a regime”.

Gay precisa inoltre che “Per i giovani confindustriali non è necessaria una riforma pensioni 2014-2015, ci sono altre riforme su cui il passo del governo Renzi deve andare spedito. La priorità in questo momento, il grande tema è quello della spending review, perché la spesa pubblica improduttiva  va aggredita per liberare risorse da impiegare a sostegno dell’economia reale”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il