BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni anzianità e vecchiaia riforma Governo Renzi: novità fondi per modifiche disponibili a sorpresa. Ecco come.

Possibili interventi concreti sulle pensioni dopo ultimi dati Istat sul livello del Pil: nuove risorse da impiegare nella previdenza. Come agire?




Solo qualche giorno fa l’Istat ha diffuso gli ultimi dati su livello del Pil e stime, riportando che il livello del Pil nominale per l'anno 2013 è stato rivisto al rialzo del 3,8%, mentre i tassi di variazione del Pil per gli anni recenti hanno subìto revisioni molto contenute. In particolare, il tasso di variazione del Pil in volume del 2013 è risultato identico a quello stimato a marzo 2014 (-1,9%); quello relativo al 2012 è stato rivisto al rialzo da -2,4% a -2,3%. Queste nuove stime significano disponibilità di risorse e coperture per cambiamenti che potrebbero interessare innanzitutto la riforma pensioni.

Sa sempre, infatti, si dice che gli interventi concreti sulla previdenza tardano ad arrivare proprio per mancanza di risorse economiche ma ora qualcosa si potrebbe fare, in particolare intervenendo su un aumento delle pensioni minime, come accaduto qualche settimana fa in Francia, dove le pensioni che non raggiungono i 1.200 euro sono state aumentate di 40 euro, che non sarà molto ma è pur sempre un incentivo; o su sistemi di uscita anticipata garantendo, dunque, quella maggiore flessibilità in uscita richiesta da tutti.

In questo modo si lavorerebbe sul doppio binari di ridare impulso ai consumi, e quindi all’economia, visto che con maggiori risorse a disposizione, i pensionati, che in Italia sono ben 16 milioni circa, potrebbero spendere di più e quindi sostenere una ripresa della spesa; e di dare nuova spinta all’occupazione, perché permettendo prepensionamenti con l’uscita anticipata con penalizzazioni, un lavoratore potrebbe decidere di lasciare prima il lavoro, liberando conseguentemente un posto per un più giovane da assumere.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il