BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Indulto e amnistia: novità della settimana

Continua il dibattito sulla situazione dell’emergenza carceraria italiana. Ministro Orlando convoca Stati Generali. Situazione e cosa si attende




Continua il dibattito sulla situazione dell’emergenza carceraria italiana e prosegue l’esame, seppur lentamente, dei quattro ddl per amnistia e indulto, mentre il ministero della Giustizia Orlando ha annunciato l’imminente riforma del sistema carcerario, che sia preceduta dagli “Stati Generali, che affrontino e studino questo delicato tema non solo con gli operatori del mondo carcerario” ma anche con “il variegato mondo del volontariato carcerario”.

Considerando, infatti, gli ultimi dati, ancora allarmanti sulla situazione delle carceri italiane e sulle condizioni di vita in cella dei detenuti, e che Il decreto svuotacarceri non è stato una risoluzione del problema, è necessario agire ancora sulla situazione, per questo il ministro della Giustizia ha proposto gli Stati Generali per ottimizzare la gestione degli istituti penitenziari e per risolvere il problema dell’emergenza legata al troppo affollamento delle nostre strutture penitenziarie.

Il ministro Orlando non condivide, inoltre, l’eventualità, dal premier Renzi e dal ministro Alfano, di far confluire la Polizia penitenziaria dentro il corpo della Polizia di Stato. Posizione condivisa anche da Patrizio Gonnella, presidente di Antigone, secondo cui “Sarebbe pericolosissimo far dipendere la Polizia penitenziaria dal ministero degli Interni sarebbe una situazione di regime contro cui l’Onu si è già espressa. È invece auspicabile la costituzione di un corpo unico di funzionari non armati operante dentro il carcere che comprenda educatori ed (ex) poliziotti. Lasciando alla polizia di Stato il controllo esterno e i trasferimenti”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il