BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni vecchiaia e anzianità Governo Renzi: riforma, novità regole sempre più problematiche con aggiornamento annuale leggi

La riforma pensioni Fornero ha innalzato l’età pensionabile per tutti e salirà ancora adeguandosi automaticamente alla speranza di vita: meccanismi e cambiamenti necessari




La riforma pensioni Fornero ha innalzato l’età pensionabile per tutti, a 66 anni e tre mesi, suscettibile di ulteriore rialzi ogni due anni in adeguamento con la speranza di vita. E ha esteso a tutti il calcolo della pensione con sistema contributivo. Questo ciò che la nuova normativa pensionistica ha stabilito, creando caos ed errori nella sua formulazione, visto che, in alcuni casi, come la scuola, non ha tenuto conto di determinate specificità che regolavano comparti particolari.

Il risultato è stato un inasprimento dei requisiti per l’accesso alla pensione, soprattutto in prospettiva, che sta mobilitando, da mesi ormai, forze politiche e sociali che chiedono una maggiore flessibilità in uscita a propongono sistemi di uscita anticipata che possano consentire di lasciare prima il lavoro rispetto a quanto oggi stabilito, pur se con penalizzazioni, vista l’insostenibilità economica che eventuali cambiamenti implicherebbero attualmente.

Ed è necessario intervenire in breve tempo con tali cambiamenti visto che l’irrigidimento dei requisiti della legge Fornero avvengono in maniera automatica con il passare degli anni e l’adeguamento alla speranza di vita. E se oggi l’età pensionabile è fissata a 66 anni e 3 mesi, da 2016 si andrà in pensione a 66 anni e sette mesi; nel 2019 a 67 anni e due mesi; nel 2023 a 67 anni e cinque mesi; e così via ogni due anni sarà previsto un innalzamento dell’età pensionabile di due o tre mesi.

Anche i requisiti per l'erogazione dell'assegno sociale sia per cittadini italiani che comunitari ed extra-comunitari, diventano più rigidi e se oggi sono fermi per coloro che hanno un'età superiore ai 65 anni e 3 mesi e che vivono in condizioni di difficoltà economiche, nel 2016 l’età salirà anche in questo caso a 66 anni e 7 mesi, nel 2019 a 66 anni e 11 mesi, nel 2021 a 67 anni e due mesi, nel 2023 a 67 anni e cinque mesi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il