BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni anzianità e vecchiaia Governo Renzi: riforma, novità per anticipata già in vigore. Deroghe, come funzionano e per chi

Possibilità di uscite anticipate con particolari deroghe alla riforma pensioni Fornero e nuove regole: chi può beneficiarne? I casi




Mentre è sempre più aperto il dibattito sulla questione pensioni e sulle modifiche da inserire, come auspicato, nella prossima Legge di Stabilità, mentre si studiano piani di uscita anticipata che siano sostenibili da un punto di vista economico, a costo zero, vi sono deroghe alla riforma pensioni Fornero e nuove norme che permettono, nonostante gli attuali requisiti, di andare in pensione prima. Possibilità che vale per esempio per i giornalisti ma solo di imprese editoriali in crisi.

Lo Stato ha istituito un nuovo fondo per il prepensionamento dei giornalisti impiegati in imprese che documentano uno stato di crisi e che presentano specifici piani di riorganizzazione aziendale. Lo stanziamento dovrebbe essere di circa 43 milioni. A beneficiare di questa norma i giornalisti professionisti iscritti all'Inpgi, i dipendenti di imprese editrici di periodici, quotidiani, di agenzie di stampa.

Altra possibilità, deroga della riforma Fornero, è la possibilità di uscire prima, con Quota 96 ma solo per i lavoratori del settore privato, e di andare in pensione a 63 anni con 20 anni di contributi per chi ha iniziato a lavorare dopo il 1995 e  percepisce una pensione con sistema contributivo, ma per uscire prima deve vantare l'importo della prima rata pensionistica superiore a circa 1.250 euro.

E si capisce come si tratti di una possibilità che, seppur permette di uscire tre anni prima, è comunque circoscritta, considerando che la rata pensionistica deve essere elevata e non tutti possono soddisfare tale requisiti. Per una rata del genere bisogna aver percepito alte retribuzioni durante l’attività lavorato riva, come un dirigente o un quadro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il