BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Unico 2014, trasmissione ieri 30 Settembre: le richieste dopo la mancata proroga dei commercialisti all'Agenzia delle Entrate

Scade domani, martedì 30 settembre, il termine di scadenza per la trasmissione del modello Unico 2014: lamentele dai commerciali per soliti ritardi rilascio software




Scade domani, martedì 30 settembre, il termine di scadenza per la trasmissione del modello Unico 2014 per la dichiarazione dei redditi 2013, ma, come ormai sempre accade, arrivano lamentele da parte dei commercialisti per il ritardo con cui sono stati messi a disposizione di contribuenti e professionisti le istruzioni e i software per l’invio delle dichiarazioni dei redditi. Solo pochi giorni fa, infatti, l’Agenzia delle Entrate ha reso note le modalità dei controlli che i professionisti abilitati sono tenuti a fare prima di definire il visto di conformità sui crediti fiscali superiori a 15.000 euro risultanti dalla dichiarazioni dei redditi, da utilizzare in compensazione.

Il presidente Gerardo Longobardi spiega: “Il nostro disappunto -deriva dalla constatazione che l’obbligo era stato previsto nove mesi fa. Al 25 settembre la maggior parte dei Commercialisti, per rispettare il termine di presentazione del modello Unico, ha già dovuto svolgere al buio i controlli per il rilascio del visto, per cui le istruzioni giungono ora, purtroppo, a tempo scaduto. Il nostro auspicio è che nella prima fase di applicazione della normativa si tenga conto di questi disagi”.

I modelli Unico dovranno essere presentati entro domani esclusivamente in via telematica, attraverso i canali telematici da parte degli intermediari abilitati, dai curatori fallimentari e dai commissari liquidatori. I soggetti aventi il periodo di imposta coincidente con l’anno solare, entro domani 30 settembre, devono trasmettere telematicamente tutti i modelli di dichiarazione che tali soggetti sono tenuti a presentare.

La dichiarazione da presentare per via telematica all’Agenzia delle Entrate può essere trasmessa, dunque, direttamente; o tramite intermediari abilitati. Ricordiamo che per accedere ai servizi telematici Entratel e Fisconline basta anadare sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il