BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni anzianità e vecchiaia riforma Governo Renzi: novità dal Premier garantite su soldi per interventi in previdenza e welfare

Riduzione spesa pensionistica e uscita anticipata: quali gli interventi allo studio del governo per intervenire sulla previdenza




Gli allarmi di Fmi e Istat sui costi troppi elevati delle pensioni italiane e la conferma di questa situazione del viceministro all’Economia Morando, nonché la necessità di agire sulla riduzione della spesa pensionistica, appunto, e sulla spinta all’occupazione, rappresentano segnali importanti, per molti di fiducia, per interventi imminenti sulla riforma pensioni. E non si tratta solo di mettere a punto e trovare risorse per i piani di uscita anticipata finora paventati.
 
Il premier Renzi ha confermato che vi sarà un miliardo e mezzo di fondi per welfare e previdenza in legge di Stabilità e che su questa decisione ha avuto un confronto già con il ministro del Lavoro Poletti e il presidente della Commissione Lavoro Damiano.

La prima cosa è probabilmente intervento su ammortizzatori sociali, ma vi potrebbero anche essere interventi sulla previdenza sia con soluzioni a costo zero che interventi negativi per ricavare fondi che andrebbero ad aggiungersi al miliardo e mezzo già eventualmente disponibile per riuscire finalmente a mettere in atto sistemi di uscita anticipata nonché dar vita ad una no tax area per assegni pensionistici più bassi, senza considerare l’eventuale aumento, paventato, delle pensioni più basse. E tra gli interventi negativi in programma la probabile introduzione del contributo di solidarietà sulle pensioni cosiddette d’oro. I ricavi che si otterrebbero andrebbero a costituire un tesoretto che il governo potrebbe reimpiegare nella previdenza stessa.

Intanto, Renzi e consigliere economici pensano di intervenire sulle pensioni, con maggiore flessibilità ma anche con revisioni di baby pensioni, pensioni di reversibilità e invalidità e ricalcolo delle pensioni retributive con sistema contributivo.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il