BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni uomini e donne Governo Renzi: riforma, novità dal Premier assicurate per fondi per cambiamenti previdenza e welfare

Nuove possibili risorse da impiegare per intervenire sulla riforma pensioni Renzi: cosa si potrà fare davvero? I propositi del premier Renzi




Nuove risorse da utilizzare per modificare la riforma pensioni e l’annuncio è arrivato dal stesso premier Renzi. Bisognerà capire come impiegare queste risorse, se in interventi di uscita anticipata o di riduzione della spesa pensionistica, troppo elevata in Italia, come attestato dagli ultimi dati Istat e dall’allarme Fmi. Continua infatti anche il dibattito fra le forze politiche sulle possibili modifiche alle pensioni e le principali richieste riguardano la soluzione per i 4mila pensionandi di quota 96 della scuola, uscita anticipata per tutti e sistema contributivo esteso anche agli uomini, possibilità di andare in pensione a 62 anni con 35 anni di contributi versati e penalizzazioni, anche se i sindacati chiedono anche di eliminare le penalizzazioni per la pensione anticipata di determinate categorie di lavoratori come usuranti e precoci.

Il ministro del Lavoro Poletti, insieme al sottosegretario Baretta, e al commissario Inps conti, continuano a parlare di maggiore flessibilità in uscita e soluzioni strutturali in tal senso, mentre Renzi e consiglieri economici, insieme ai sistemi di flessibilità, propongono anche di intervenire sulle pensioni integrative, di invalidità e reversibilità, nonché sulle baby pensioni.

Ed è stato, intanto, lo stesso Renzi, ieri sera, a ‘Che tempo che fa di Fabio Fazio’ su Rai Tre, ad annunciare i nuovi soldi per le pensioni partendo dagli ammortizzatori sociali (1,5 miliardi di euro). illustrando anche riforma del Lavoro e Jobs act e aprendo all’ipotesi del Tfr in busta paga.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il