BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tasi: calcolo e compilazione F24 corretta abitazione principale, casa in affitto, terreni, seconda casa

Calcolo Tasi online e sistemi di compilazione diretta del modello F24 per il pagamento della nuova tassa sulla casa: come fare e regole




Si avvicina il pagamento dell’acconto Tasi fissato per il 16 ottobre e iniziano a crearsi lunghe code e disagi per commercialisti e professionistici abilitati cui i cittadini si rivolgono per il calcolo della nuova tassa sulla casa che colpirà prime e seconde case, nonché terreni, negozi, uffici, banche, capannoni, aziende, e case in affitto.

Il calcolo, però, può essere eseguito comodamente da casa propria attraverso appositi calcolatori online che permettono anche la diretta compilazione automatica del modello F24 per il pagamento una volta completata la procedura di calcolo della Tasi che comunicherà al cittadino l’importo esatto da pagare.

Pagano il 16 ottobre i cittadini dei Comuni che hanno pubblicato le nuove aliquote sul sito del Mef il 18 settembre scorso. Se non avessero rispettato tale scadenza, dopo la proroga da maggio, pagheranno ora la Tasi in un unico versamento il 16 dicembre, con l'aliquota base dell'1 per mille.

Ogni Comune ha deciso autonomamente le proprie aliquote su prime case, seconde case e immobili commerciali, con la possibilità di aumentarle fino allo 0,8 per mille e portando, dunque, l’aliquota sulle abitazioni principali dal 2,5 per mille al 3,3 e quella su seconde case e altri immobili dal 10,6 all’11,4 per mille.

Ai comuni la facoltà di definire, inoltre, le detrazioni, o in base alla rendita catastale o in base al valore Isee familiare; e la percentuale di pagamento che spetta agli inquilini. La Tasi infatti deve essere pagata da proprietari e inquilini, che verseranno, a seconda della delibera comunale, una quota compresa tra il 10 e il 30% dell’importo totale. Pagano, però, solo gli affittuari con contratti superiori ai sei mesi. Chi è in affitto per brevi periodi non deve pagare e il versamento della tassa spetta interamente al proprietario del’immobile.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il