BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie riforma Governo Renzi: eventi e appuntamenti più importanti nel mese di Ottobre

Ottobre mese clou per interventi concreti o meno su riforma pensioni Fornero: gli appuntamenti in programma e previsioni




Prestito pensionistico, estensione dell’opzione contributivo anche agli uomini, uscita anticipata a 62 anni con 35 anni di contributi, uscita con Quota 100: per tutta l’estate si è parlato dei possibili meccanismi di di uscita anticipata per cambiare la riforme pensioni Fornero e rendere meno rigidi i requisiti attualmente in vigore. Ma non solo: più volte annunciati e poi smentiti, gli interventi sulle pensioni sono attesi nella prossima Legge di Stabilità e, considerando le richieste arrivate da Fondo Monetario Internazionale e non solo, considerando gli ultimi dati allarmanti Inps sulla spesa pensionistica decisamente alta, pare ormai improrogabile pensare a rimandare ancora tali interventi.

Del resto, già in altri Paesi, come Germania e Francia, sono stati apportati cambiamenti alle pensioni, fra abbassamento dell’età pensionabile e aumenti degli assegni pensionistici minimi. E cresce l’attesa per questo mese di ottobre, il mese in cui verrà presentata la Legge di Stabilità per cui si sono aperti spiragli positivi di intervento per una riforma pensioni Renzi che punti non solo alla maggiore flessibilità, pur se auspicata da tutti, ma anche ad altri interventi per rivedere le pensioni reversibilità e invalidità, nonché baby pensioni e pensioni integrative, ma non è esclusa l’introduzione di quel contributo di solidarietà che, però, Renzi ha annunciato per pensioni non di 2,3 mila euro ma superiori.

Nell’attesa della presentazione della Legge di Stabilità, si lavora, dunque, su due fronti: piani di uscita anticipata e, dunque, maggiore flessibilità, e aumento delle pensioni, prevedendo bonus come gli 80 euro in più in busta paga o una no tax area fino ai 13mila euro.

Ma, nel frattempo, sempre in questo mese di ottobre si andrà avanti anche con l’esame  della riforma della Pubblica Amministrazione in Parlamento, anche se pare che al momento eventuali nuovi interventi sulle pensioni degli statali siano stati esclusi. Nessuna novità, dunque, dovrebbe arrivare in merito ai prepensionamenti dei dipendenti pubblici.
 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il