BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni anzianità e vecchiaia riforma Governo Renzi: novità appuntamenti ed eventi ad Ottobre più attesi

Le ipotesi di modifiche alla riforma pensioni in discussione e attesa per questo mese di ottobre con nuova Legge di Stabilità. Gli appuntamenti del mese




Cambiare l’attuale riforma pensioni con la prossima Legge di Stabilità che sarà presentata in questo mese di ottobre: questa la previsioni che in tanti attendono e l’annuncio che lo stesso ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, ha fatto, impegnandosi a modificare l’attuale sistema pensionistico con uscite anticipate, nonostante qualche settimana fa abbia smentito interventi concreti nella Legge di Stabilità, sottolineando che si parlava solo di ‘idee’.

Ma evidentemente qualcosa è cambiato e a contribuire a questo cambiamento e alla necessità di intervento sulle pensioni sono stati il monito dell’Fmi che ha esortato il governo italiano ad agire su sanità e pensioni, attestando la spesa pensionistica italiana come la più cara d’Europa e il sistema il più rigido; gli ultimi dati Inps allarmanti sulla pressione fiscale sui pensionati; e le conferme di una situazione decisamente da cambiare da parte dello stesso esecutivo.

Al vaglio i piani di prestito pensionistico, opzione contributivo per tutti, anche agli uomini, uscita anticipata a 62 anni con 35 anni di contributi, uscita con Quota 100, per modificare i requisiti di accesso alla pensione con meccanismi di uscita anticipata; proposti nuovi interventi dal premier Renzi, come revisione delle pensioni invalidità, baby pensioni e pensioni integrative; introduzione di quel contributo di solidarietà; nonché aumento delle pensioni più basse, nuovi bonus, o introduzione di una no tax area per coloro che percepiscono fino a 13mila euro.
 
Queste le ipotesi che si discuteranno ancora in questo mese nell’attesa della presentazione ufficiale della Legge di Stabilità, che arriva in concomitanza alla discussione, serrata, sulla riforme del Lavoro, con il dibattuto creatosi introno all’art.18; e alla nuova discussione in programma in Parlamento sulla riforma della Pubblica Amministrazione che, però, non dovrebbe prevedere ulteriori interventi per le pensioni e i prepensionamenti degli statali.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il