BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tasi, Imu, Tari: detrazioni e aliquote. Calcolo, chi deve pagare su quali immobili e casi particolari

Calcolo e pagamento di Imu e Tasi, bollettini precompilati a casa per la Tari sui rifiuti: come pagare e conoscere meglio le nuove imposte sulla casa 2014




Sono le nuove imposte sulla casa che da quest’anno, ad eccezione della nota Imu, devono essere pagate da tutti, proprietari e inquilini, di abitazioni principali e pertinenze, seconde case, terreni, uffici, negozi, capannoni. Chiariamo che la Tasi è la nuova tassa sui servizi indivisibili comunali,  e la Tari è la tassa sui rifiuti, per cui ogni Comune invierà ai propri cittadini bollettini precompilati per il pagamento che si effettua in due rate che dovranno stabilire i singoli Comuni.

Per il pagamento di Imu e Tasi, invece, bisogna procedere al calcolo prima del pagamento, per cui non arriverà alcun bollettino precompilato. Entrambe le tasse si calcolano basandosi sulla rendita catastale, che deve essere rivalutata del 5%, moltiplicato il risultato per il coefficiente dell’immobile, e al risultato andranno applicate le aliquote comunali e poi sottratte, se previste, le detrazioni. Il calcolo Tasi e Imu può essere effettuato anche con simulatori online che permettono anche di pagare direttamente online con modello F24.

Per il pagamento con modello F24, bisogna conoscere i codici tributi relativi ad ogni immobile sia per Imu che per Tasi. I codici sono per la Tasi: 3958 per abitazione principale e relative pertinenze, 3959 per i servizi indivisibili per fabbricati rurali ad uso strumentale, 3960 per i servizi indivisibili per le aree fabbricabili, 3961 per i servizi indivisibili per altri fabbricati; e per l’Imu 3912 su abitazione principale e relative pertinenze, 3913 per fabbricati rurali ad uso strumentale del Comune, 3914 per i terreni del Comune, 3915 per i terreni dello Stato, 3916 per le aree fabbricabili del Comune, 3917 per le aree fabbricabili dello Stato, 3918 per gli altri fabbricati del Comune, 3919 per gli altri fabbricati dello Stato.

Ricordiamo, inoltre, che chi decide di pagare la Tasi 2014 con modello F24, se paga importi pari o inferiori ai mille euro dovrà farlo esclusivamente tramite F24 online attraverso il canali tematici dell’Agenzia delle Entrate, della propria banca o delle Poste. Per pagamenti di cifre inferiori si potrà usare sempre il modello cartaceo. Nessun problema invece per il pagamento con bollettino postale.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il