BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Colf e badanti: invio, pagamento INPS contributi online domani 10 Ottobre. Come fare calcolo, istruzioni, spiegazioni, esempi

Ultimi giorni per mettersi in regola con il pagamento dei contributi per i lavoratori domestici.




Scadrà il 10 ottobre il termine ultimo per il pagamento dei contributi a colf e badanti, figure professionali regolamentate per contratto nel 2007. Sono interessate, ovviamente, tutte le famiglie che contano su queste figure ormai essenziali nell’economia domestica di milioni di italiani e il periodo di riferimento della scadenza di ottobre è relativo al lavoro svolto durante il terzo trimestre del 2014.

Si paga secondo il tipo di contratto di lavoro stipulato con la colf o la badante con quote orarie che variano da un minimo di 1,01 a un massimo di 1,91 euro. Altro dato di cui tener conto quello relativo al contratto a tempo indeterminato; in questo caso si paga di meno rispetto ai contributi richiesti dall’INPS per i contratti a termine, per i quali è prevista un’addizionale dell’1,40 per cento.

Quattro invece le modalità per versare il dovuto: si può pagare ad esempio attraverso il modello cartaceo Mav ricevuto proprio dall’Inps o generato automaticamente sul sito dell’ente previdenziale; con carta di credito attraverso il sito dell’Inps o utilizzando il call center dell’ente al numero 803.164 (per fissi) o al 06.164164 (per cellulari); ultima possibilità quella di rivolgersi al circuito “reti amiche”, ossia tutte quelle attività (sportelli postali, tabaccherie che espongono il logo “Servizi Inps”, sportelli bancari Unicredit e sito internet Unicredit) che espongono il logo “Servizi Inps”.

“Per coloro che scelgono di pagare con il MAV e devono variare alcuni dati inerenti il rapporto di lavoro per avere il calcolo aggiornato dei contributi da pagare”, così come riportato proprio sul sito dell’Inps, “è possibile inserire i nuovi dati per ottenere in automatico il ricalcolo, l'emissione e la stampa del nuovo MAV nella stessa procedura di “Pagamento contributi lavoratori domestici” accessibile tramite il link sopra indicato o anche seguendo il percorso www.inps.it -> Servizi online -> Portale dei pagamenti -> Lavoratori domestici -> Entra nel servizio, inserendo il codice fiscale del datore di lavoro e il codice rapporto di lavoro.”

Questi servizi sono accessibili anche seguendo il percorso www.inps.it -> Servizi online -> Per tipologia di utente -> Cittadino -> Pagamento contributi lavoratori domestici. C’è da ricordare però che l’inserimento dei nuovi dati per il ricalcolo, l’emissione e la stampa del nuovo MAV può essere effettuata solo nell’ultima settimana precedente la scadenza trimestrale per il pagamento dei contributi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il