L'Unione Europea è pronta a finanziare 50 miliardi di euro per la ricerca

Il Consiglio europeo, nell'ambito del settimo programma quadro, è d'accordo per stanziare 50 miliardi di euro per la ricerca



Il piano ambizioso della "stretegia di Lisbona" è quello di rendere l'economia europea la più competitiva al mondo basandosi sul sapere.

Per far ciò occorrono soldi, sia per impedire la fuga di cervelli sia per impedire che i cervelli ancora in Europa smettano di fare ricerca.

Il Consiglio europeo, nell'ambito del settimo programma quadro, è d'accordo per stanziare 50 miliardi (correggetemi se sbaglio, sono billion in inglese britannico) di Euro da destinare alla ricerca (sempre che anche il Parlamento, nel voto di novembre, si dica d'accordo).

In passato erano i singoli Stati a decidere e il finanziamento era di 19 milioni.

Gran parte dei finanziamenti per la ricerca, però, sono attesi dai privati che contribuiranno per i due terzi del progetto. L'obbiettivo per il 2010 è di arrivare a destinare il 3% del PIL alla ricerca.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il