BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tasi, Imu, Tari Milano, Firenze, Cagliari, Catania e tutte le altre città: calcolo, compilazione e pagamento F24 con detrazioni

Aliquote e detrazioni della Tasi 2014 variano da città a città. Per il pagamento della prima rata dell'imposta c'è tempi fino al 16 ottobre.




Sono oltre 5.000 i comuni in cui entro il 16 ottobre 2014 è necessario pagare la prima rata della Tasi. Fra questi ci sono Milano, Firenze, Cagliari, Catania. In tutti i casi per conoscere la somma da versare è possibile fare riferimento al nostro simulatore online presente in questa pagina.

A Milano l'aliquota è al 2,5 per mille e il sistema delle riduzioni prevede per una rendita catastale fino a 300 euro una detrazione di 115 euro a prescindere dal reddito. A salire è legata al reddito Irpef di 21.000 euro: 112 euro per rendite fino a 350 euro; 99 euro tra i 351 e i 400 euro; 87 euro da 401 e 450 euro; 74 euro da 451 a 500 euro; 61 euro da 501 a 550 euro; 49 euro da 551 a 600 euro; 24 euro da 601 a 700 euro. Le detrazioni sono maggiorate di 20 euro fino a un massimo di 60 euro per ogni figlio minore di 26 anni.

A Firenze l'aliquota è al 3,3 per mille. Per una rendita catastale fino a 300 euro la detrazione è di 170 euro; da 300 a 500 euro è di 140 euro; da 500 a 700 euro è di 100 euro; da 700 a 1.000 euro è di 70 euro; da 1.000 a 1.200 euro è di 30 euro. Prevista anche una detrazione di 25 euro per ogni figlio minore di 26 anni.

A Cagliari l'aliquota è al 2,8 per mille per immobili con rendita fino a 1.250 euro e al 3,3 per mille al di sopra dei 1.251 euro. Fino a 300 euro di rendita catastale è prevista una detrazione di 100 euro più 40 euro ogni figlio minore di 26 anni; da 301 a 850 euro di 93 euro più 40 euro ogni figlio minore di 26 anni; da 851 a 1.250 euro 93 euro più 25 euro ogni figlio minore di 26 anni; da 1.251 euro nessuna detrazione.

A Catania l'aliquota è al 3,3 per mille, ma è prevista l'esenzione per le abitazioni di categorie A4, A5 e A6. Detrazione fissa di 50 euro per abitazioni di tipo A2 e A3.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il