BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tasi: F24 e bollettino postale. Compilazioni, calcolo, codici tributo, pagamento. Come fare, quando usare ed esempi

L'acconto Tasi 2014 andrà versata entro il 16 ottobre. L'imposta graverà anche sugli inquilini. Sono diverse le modalità di pagamento.




Meno di una settimana al pagamento della prima rata della Tasi, fissato per giovedì 16 ottobre 2014. Il gettito servirà ai comuni per finanziare i cosiddetti servizi indivisibili, come la manutenzione delle strade e del verde pubblico. Il calcolo si effettua a partire dalla medesima base imponibile dell'Imu e segue le stesse modalità di pagamento. Sotto il primo punto di vista abbiamo sviluppato e messo a disposizione in questa pagina un simulatore online gratuitamente utilizzabile.

In merito alle modalità di pagamento occorre far riferimento al modello F24, ma è necessaria molta attenzione poiché non è utilizzabile per compensazioni con altri crediti fiscali o contributivi sopra la soglia dei 1.000 euro. I codici tributo sono 3958 per la Tasi su abitazione principale e pertinenze, 3959 per la Tasi su fabbricati rurali strumentali, 3960 per la Tasi su aree fabbricabili, 3961 per la Tasi su altri fabbricati.

Il bollettino cartaceo da presentare a un ufficio postale può essere impiegato senza limiti. La corretta compilazione prevede l'intestazione a "Pagamento Tasi" e l'inserimento del numero di conto corrente 1017381649, indipendentemente dal comune di appartenenza. Come sarà possibile notare, è presente un solo campo relativo al codice catastale.

Provando a fare qualche esempio, a Cesena aliquota al 3,3 per mille e detrazioni 60 scaglioni decrescenti con il crescere del reddito Isee fino all'esenzione al di sotto della soglia di 7.500 euro. E ancora, detrazione di 360 euro per redditi da 7.500 a 8.000 euro, a 6 euro per redditi da 37.000 a 38.000. A Como aliquota al 3,3 per mille. Per rendita catastale fino a 400 euro detrazione di 155 euro; rendita catastale da 400 a 500 euro detrazione di 130 euro; rendita catastale da 500 a 650 euro detrazione di 120 euro; rendita catastale da 650 a 750 euro detrazione di 90 euro; rendita catastale da 750 euro a 900 euro detrazione di 50 euro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il