BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tasi, Imu, Tari: compilazione F24 e bollettino postale online. Calcolo automatico prima casa, seconda casa, affitto

Ultime battute per il calcolo dell'imposta sui servizi indivisibili che andrà pagata entro il 16 ottobre. A distanza di due mesi occorre procedere con il saldo.




Conto alla rovescia per il pagamento del 50% della Tasi che andrà versato entro il 16 ottobre 2014 su prime e seconde case, uffici, negozi, capannoni, aziende, terreni e immobili commerciali. Se per il calcolo è disponibile in questa pagina la nostra calcolatrice online, per il versamento occorre far riferimento al modello F24, generato tra l'altro dallo stesso simulatore, come per l'Imu, o ai bollettini di conto corrente postale, disponibili negli uffici postali, alcune volte già precompilati.

Quali sono i capoluoghi in cui occorrerà passare alla cassa entro giovedì? Agrigento, Alessandria, Ascoli Piceno, Asti, Avellino, Bari, Belluno, Benevento, Biella, Brindisi, Cagliari, Caltanissetta, Campobasso, Carrara, Catania, Catanzaro, Cesena, Chieti, Como, Cosenza, Cuneo, Enna, Fermo, Firenze, Foggia, Gorizia, Grosseto, Imperia, Isernia, L'Aquila, Latina, Lecce, Massa, Matera, Messina, Milano, Monza, Nuoro, Olbia, Oristano, Padova, Palermo, Pavia, Perugia, Pescara, Pisa, Potenza, Prato, Ragusa, Ravenna, Reggio Calabria, Rieti, Roma, Rovigo, Savona, Siena, Siracusa, Sondrio, Taranto, Teramo, Terni, Trapani, Trieste, Varese, Vercelli, Verona, Viterbo.

A Roma l'aliquota è al 2,5 per mille. Per una rendita catastale fino a 450 euro la detrazione è di 110 euro; da 451 a 650 euro di 60 euro; da 651 a 1.500 euro di 30 euro. A Padova aliquota al 2,7 per mille, ma esenzione fino a 600 euro di rendita catastale. Al di sopra di questa soglia è dovuta l'intera imposta.

A Firenze l'aliquota è al 3,3 per mille. Per una rendita catastale fino a 300 euro la detrazione è di 170 euro; da 300 a 500 euro è di 140 euro; da 500 a 700 euro è di 100 euro; da 700 a 1.000 euro è di 70 euro; da 1.000 a 1.200 euro è di 30 euro. Prevista anche una detrazione di 25 euro per ogni figlio minore di 26 anni. A Bari l'aliquota è al 3,3 per mille ed è prevista l'esenzione fino a 10.000 euro di Isee; da 10.000 a 15.000 detrazione fissa di 100 euro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il