BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni uomini e donne riforma Governo Renzi: novità Legge Stabilità Poletti, Baretta, Padoan, Damiano dichiarazioni

Aumentare le pensioni minime o abbassare l’età pensionabile? Quali i possibili interventi sulla riforma pensioni probabili in prossima Legge di Stabilità




Dopo l’approvazione della sesta salvaguardia che allargherà la platea di esodati tutelati, l’attesa cresce per capire quali interventi, reali e concreti, sulla riforma pensioni potranno rientrare nella nuova Legge di stabilità. Tante le idee in discussione ma poche le parole in merito. Si annunciano misure allo studio per la nuova Legge ma non si dice nulla sulle pensioni.

Lo stesso presidente del Consiglio, Matteo Renzi, dopo aver annunciato aumenti per le pensioni più basse con estensione del bonus di 80 euro anche ai pensionati o altri bonus, e possibili novità su previdenza e welfare, non ha fatto accenno alle pensioni in questi giorni; il e ad accompagnarlo anche il ministro dell’Economia Padoan, che nulla promette.

Nessuna novità nemmeno da ministro del Lavoro Poletti, sottosegretario Baretta e Cesare Damiano, che nel corso di questi mesi hanno auspicato e ribadito interventi per una riforma pensioni Renzi orientata alla flessibilità e con meccanismi di uscita anticipata che potessero garantire ai lavoratori di andare in pensione prima, con sistemi a costo zero.  

Prestito pensionistico, uscita a 62 anni con 35 ani di contributi e penalizzazioni, e sistema contributivo per tutti sono infatti ipotesi di intervento che da una parte lascerebbero ai lavoratori la possibilità di andare in pensione anticipata, a fronte di penalizzazioni, e dall’altra permetterebbero anche risparmi sul lungo periodo, soprattutto in riferimento al sistema contributivo, e di intervento sull’occupazione.

Permettendo, infatti, ai più anziani di andare in pensione prima, i posti di lavoro che si libererebbero sarebbero disponibili per l’assunzione di nuovi giovani. E così si agirebbe anche contribuendo a ridurre quella disoccupazione giovanile oggi alle stelle in Italia. Bisogna tuttavia capire come davvero il governo intenderà lavorare in merito, visto che secondo le novità e ultime notizie trapelate da fonti di Palazzo Chigi, l’orientamento sarebbe quello di aumentare le pensioni più basse e non di abbassare l’età pensionabile.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il