BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Cerca







Tasi, IUC, IMU 2014: detrazioni gili, reddito Isee, divorziati, anziani e altri casi particolari. Esenzioni e agevolazioni

Il pagamento della prima rata Tasi coinvolge oltre 5.200 comuni. Per conoscere tutte le detrazioni in vigore occorre consultare la delibera del comune di riferimento.




Quali sono le città in cui entro il 16 ottobre 2014 occorre pagare la Tasi su prime e seconde case, uffici, negozi, capannoni, aziende e immobili commerciali? I capoluoghi coinvolti sono Agrigento, Foggia, Ragusa, Alessandria, Gorizia, Ravenna, Ascoli Piceno, Grosseto, Reggio Calabria, Asti, Imperia, Rieti, Avellino, Isernia, Roma, Bari, L'Aquila, Rovigo, Belluno, Latina, Savona, Benevento, Lecce, Siena, Biella, Massa, Siracusa, Brindisi, Matera, Sondrio, Cagliari, Messina, Taranto, Caltanissetta, Milano, Teramo, Campobasso, Monza, Terni, Carrara, Nuoro, Trapani, Catania, Olbia, Trieste, Catanzaro, Oristano, Varese, Cesena, Padova, Vercelli, Chieti, Palermo, Verona, Como, Pavia, Viterbo, Cosenza, Perugia, Cuneo, Pescara, Enna, Pisa, Fermo, Potenza, Firenze, Prato.

I calcoli si effettuano sulla base di aliquote e detrazioni stabilite dai comuni. In particolare sono due le riduzioni principali: una è legata alla rendita catastale dell'immobile, l'altra ai figli a carico. Per conoscere nel dettaglio la quota da pagare in base alla propria situazione, è consigliabile leggere le delibere comunali o consultare il sito ufficiale del Dipartimento delle Finanze del Ministero del Tesoro.

Molte amministrazioni comunali hanno adottato l'indicatore ISEE (Indicatore di Situazione Economica Equivalente) per riconoscere agevolazioni ai nuclei che si trovano in condizioni di disagio economico. In questa pagina è disponibile il nostro simulatore online per il calcolo in automatico della Tasi.

Provando a fare un esempio, a Reggio Emilia l'aliquota è al 3,3 per mille. Sono previste detrazioni di 165 euro per le rendite catastali inferiori o uguali ad euro 300 euro; di 140 euro per le rendite catastali da euro 300 a euro 350; di 130 euro per le rendite catastali da euro 350 a euro 400; di 120 euro per le rendite catastali da euro 400 a euro 450; di 110 euro per le rendite catastali da euro 450 a euro 500; di 75 euro per le rendite catastali da euro 500 a euro 550; di 65 euro per le rendite catastali da euro 550 a euro 600; di 30 euro per le rendite catastali da euro 600 a euro 700. oltre i 700 euro di rendita catastale nessuna detrazione. Le detrazioni sono maggiorate di 20 euro per ogni figlio minore di 25 anni fino a un massimo di 3; di 30 euro per ogni minore di 25 anni pari o superiore a 4.

ISEE 2016: calcolo e compilazione passo passo. Il modello ISEE è un ottimo strumento per ottenere benefici ed esonerei nei pagamenti per alcuni servizi pubblici come la mensa scolastica, il ticket, autotrasporti, università... ecco come compilarlo e quali documenti presentare per le detrazioni

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il