BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Riforma pensioni Legge di Stabilità e taglio tasse IRAP imprese, bonus 80 euro, TFR anticipato ufficiali in Manovra Governo Renzi

La nuova Legge di Stabilità ufficiale, approvata in Consiglio dei Ministri. Sgravi a imprese e famiglie per rilanciare lavoro ed economia




AGGIORNAMENTO, La Legge di Legge di Stabilità 2014-2015 approvata ufficialmente dal Governo Renzi ieri nel Consiglio dei Minsitri di mercoled 15 Ottobre. Tra le novita e misure ufficiali ve ne sono molte tra cui gli sgravi per le partite iva con una minor tassazione, la conferma del TFR anticipato su base volontaria, i tagli Irap per le aziende, ma anche il blocco dei contratti degli statali fino al 2015 rinnovato. Nessuna indicazioni, invece, per quanto riguarda le pensioni, se non un aumento delle tasse per i fondi pensioni privati, segnale assolutamente negativo.
Tutti i punti della Legge di Stabilità li abbiamo visti in questo articolo al seguente link diretto

Oggi, mercoledì 15 ottobre, è il grande giorno della discussione in Consiglio dei Ministri della nuova Legge di stabilità 2014-2015, una manovra da 30 miliardi, come annunciato da Renzi che conterrà interventi volti soprattutto a sostenere il lavoro e sgravi fiscali per imprese e famiglie. Interventi necessari e importanti per dare nuovo impulso alla crescita economica d'Italia, cercando di rilanciare il Paese. Confermati nella nuova Legge di Stabilità bonus di 80 euro in busta paga e bonus al 50 e 65% per i lavori di ristrutturazione edilizia; atteso lo sblocco dei contratti nel 2015 per gli statali, ma solo in riferimento a statali e forze dell’ordine; in discussione il Tfr in busta paga sui sembra frenare il ministro dell’Economia Padoan, mentre nessuna novità prevista sulla riforma pensioni.

Ad annunciare la mancanza di provvedimenti, di ogni genere, sulle pensioni lo stesso ministro del Lavoro Poletti che nel corso di questi mesi aveva invece parlato di modifiche possibili sulle pensioni nella nuova Legge di Stabilità. Probabilmente si potrebbe solo pensare a singoli problemi e singoli interventi, come per usuranti e precoci, ma non ad una soluzione strutturale, annunciata sempre da Poletti, che sarebbe stata importante per tutti, tanto per pensionandi quanto per chiudere definitivamente la questione esodati.

Poletti ritiene anche che sarà nella Legge di Stabilità la misura che prevede l’erogazione del Tfr in busta paga e lo conferma il sottosegretario Delrio. Delrio ha postato sul social network Facebook “La proposta del Tfr in busta paga, che ha creato non poche polemiche, potrebbe quindi finire nella Manovra. Vorrei evitare cortocircuiti in merito. Il governo ci sta concretamente lavorando. In queste ore la proposta si sta facendo strada, anche recependo la riforma allo studio all'interno della Legge di Stabilità”.

Delrio parla anche di Sanità e spiega: “La spending review sulle Regioni si aggira intorno ai 4 miliardi di euro come tagli di sistema ma il budget attuale della Sanità non verrà toccato. Anzi, si può ragionare su eventuali incrementi”. La nuova Legge di Stabilità dovrebbe, inoltre, prevedere la revisione della nuova Tasi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il