BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Detrazioni famiglie e taglio tasse imprese Legge di Stabilità ufficiali governo Renzi. Come, quando e per chi

Varato il disegno di legge di stabilità che dovrà passare il vaglio dell'Unione Europea. Sono state inserite misure per le famiglie e per le imprese.




Il governo Renzi ha presentato la legge di stabilità 2014. Si tratta di una manovra da 36 miliardi di euro, con meno tasse e la possibilità di avere il Tfr in busta paga. Per le famiglie con figli ecco il bonus fino al terzo anno di età del piccolo. Per quelle più numerose è prevista l'esenzione dei ticket. Confermato il bonus da 80 euro al mese per i lavoratori dipendenti e assimilati con redditi compresi tra 8 e 26.000 euro. Non sarà erogato come credito d'imposta bensì come detrazioni sull'Irpef, utile per includere il provvedimento come allentamento della pressione fiscale.

Nel disegno di legge di stabilità è prevista la deducibilità integrale dei costi dei lavoratori dipendenti a tempo indeterminato ai fini Irap. Sarà dunque eliminata la componente lavoro: una misura da 6,5 miliardi di euro che va ad aggiungersi al taglio del 10% già operato nel 2014. Tuttavia il 69,4% delle imprese senza dipendenti in Italia sono oltre tre milioni e restano fuori dal taglio.

Non si può fare a meno di notare come l'Irap penalizzi maggiormente chi ha addetti in Italia, rispetto a chi ha delocalizzato. Restano le altre due voci dell'imposta regionale sulle attività produttive: quella relativa ai profitti e l'altra che incide sugli interessi passivi.

D'altronde che qualcosa va cambiato è dimostrato dai nuovi dati sui conti nazionali diffusi dall'Istat. Secondo le stime, nel secondo trimestre del 2014 il Pil è calato fermandosi a 385,776 miliardi di euro. Si tratta del valore più basso da 14 anni a questa parte, dal primo trimestre del 2000. I dati dicono anche che il Prodotto interno lordo dell'Italia non è invece più cresciuto in termini congiunturali sin dal secondo trimestre del 2011. Nel primo trimestre 2014 il prodotto è stato rivisto al rialzo, registrando una variazione nulla sui tre mesi precedenti. L'economia italiana è però ferma, considerando che nel secondo trimestre è stato confermato il calo.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il