BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie riforma Governo Renzi: interventi senza strategia, modifiche negative nel lungo periodo Tfr e tasse fondi

Tfr in busta paga e aumento tassazione per previdenza complementare e fondi pensioni: gli interventi peggiorativi sulle pensioni in nuova Legge di Stabilità




Misure per la crescita e per l’occupazione, detrazioni per imprese e famiglie, confermati gli 80 euro in busta paga, gli eco bonus, aiuti alle partite Iva a basso reddito e Tfr volontario in busta paga,nuove assunzioni per i precari della scuola e per quanto riguarda le coperture, 15 miliardi dovrebbero arrivare dalla spending review, 3,8 dalla lotta all’evasione fiscale, 11 miliardi di risorse reperite dal deficit, 1 miliardo dalle tasse sulle slot machine. Nessun intervento, tra quelli previsti di uscita anticipata o aumenti degli assegni, per cambiare la riforma pensioni, ma solo interventi peggiorativi sulla previdenza.
 
Partendo dalla norma che permette di richiedere il Tfr in busta paga, misura che scatterà per le retribuzioni dal primo marzo 2015 al 30 giugno 2018 e da cui sono esclusi lavoratori pubblici, domestici e quelli del settore agricolo, è una novità che sarà assoggettato a tassazione ordinaria, nessuna agevolazione fiscale dunque per chi sceglie di ricevere metà del Tfr in busta paga.

Si tratta di un intervento, dunque, non certo positivo ma che alcuni accolgono con favore perché avrebbero subito a disposizione ‘qualcosa in più’ da poter spendere in un momento di crisi. Brutte notizie anche per fondi pensione e fondazioni bancarie, per cui sono previsti aggravi da 1,2 miliardi di tassazione delle rendite dello scorso anno. La tassazione sui fondi pensione passa dall'11,5% al 20%, mentre quella delle Casse di previdenza dal 20 al 26%.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il