BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie riforma Governo Renzi: due promesse e annunci fatti dal Premier importanti sono stati scordati da tutti

Il premier Renzi con presentazione della nuova Legge di Stabilità non ha mantenuto le promesse di aumento pensioni e altri interventi annunciati




Renzi aveva promesso il più grande intervento sulle pensioni per il 2015 mai realizzato con un aumento pensioni minime e lo scorso mese di maggio aveva anche parlato di una riforma welfare che avrebbe contenuto novità per la riforma pensioni, ma poi non se ne è più parlato. Nessun riferimento alle pensioni nei giorni immediatamente precedenti alla presentazione della Legge di stabilità 2014 2015 né da premier Renzi né dal ministro dell’Economia Padoan e nessun intervento presentato in Consiglio dei Ministri mercoledì scorso.

E non solo sono sfumate le speranze di quanti aspettavano interventi sulle pensioni di uscita anticipata e flessibile e bonus per aumentare il valore degli assegni pensionistici più bassi, ma sono state attuate strategie che potremmo definire miopi, come quelle di tassare i fondi pensioni, la cui tassazione sale cosa che accade solo in Italia rispetto agli altri Paesi europei, dove in realtà vengono sottoposti ad agevolazioni proprio per spingere verso investimenti nella previdenza complementare.

In realtà, anche da noi, come in altri paesi europei, la previdenza complementare dovrebbe essere incentivata visto che, per effetto delle norme pensionistiche Fornero, più passa il tempo più gli assegni previdenziali diventeranno sempre meno cospicui vista l’estensione del calcolo contributivo per tutti. Ma l’aumento della tassazione servirà solo da allontanare i lavoratori dalle forme di integrazione pensionistica. E non è da meno l’erogazione del Tfr in busta paga per chiunque lo richiedesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il