BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie riforma Governo Renzi riforma: Richetti, Boschi Cisl e Tito Boeri nuove proposte, reazioni e dichiarazioni

Nuove discussione sulle pensioni e sulla necessità di cambiare il sistema attuare: pareri politici e sociali ed esperti su misura Tfr e cosa poter fare




Cumulabilità delle pensioni di reversibilità: questa l’ultima novità di cui si parlerà in questi giorni di discussioni parlamentari dopo la presentazione della nuova Legge di stabilità. Eppure sono altri gli interventi sull’attuale riforma pensioni chiesti all’esecutivo da forze politiche e sociali, interventi che sono stati spesso ribaditi e annunciati ma che non sono stati presentati la scorsa settimana insieme alle altre misure. Unici interventi sulle pensioni, decisamente peggiorativi. Premier e governo hanno infatti deciso di alzare la tassazione sui fondi pensione, cosa che potrebbe certamente scoraggiare molti lavoratori ad avvicinarsi alla previdenza complementare.

Ed ecco che all’indomani della presentazione della Legge di Stabilità continuano gli interventi che ribadiscono la necessità di agire sulle pensioni. Secondo Massimo Castellani, segretario della Cisl, la soluzione per rendere il sistema pensionistico italiano migliore sarebbe quella di abbassare le tasse per i lavoratori e le imprese nonchè sostenere l'occupazione. “Il problema disoccupazione si risolve con investimenti pubblici e privati e riducendo la pressione fiscale su lavoro e pensioni, per far ripartire anche i consumi. Dove si trovano le risorse? Intensificando la lotta all’evasione fiscale”.

Per il segretario Cisl Fnp, Giovanni Dell’isola, “i bisogni dei pensionati, che pure rappresentano più del 20% della popolazione italiana, sono stati sostanzialmente ignorati dall’agenda politica, sia per quanto riguarda la progressiva perdita di potere d’acquisto, sia per quanto riguarda la pressione fiscale, sia per quanto riguarda i servizi sanitari e sociali. Per questo si rende ancora più urgente e pressante avviare confronti presso tutti i Comuni per definire politiche sociali, livelli di tassazione e tariffe in grado alleviare le drammatiche difficoltà economiche in cui si dibattono migliaia di pensionati”.

Richetti del Pd sottolinea invece che “Il punto critico della Legge di Stabilità 2015 è il Tfr. Condivisibilissimo l’obiettivo di rilanciare i consumi, rilancio che purtroppo fatichiamo a vedere, con la possibilità di una busta paga più pesante. Ma la sola disponibilità per i privati, oltre ad essere ingiusta, rischia di porre anche un vizio di costituzionalità. E poi c’è l’aspetto della tassazione ordinaria per chi sceglie di avere il Tfr in busta paga rispetto a quella separata dell’accantonamento. In questo modo si stabilisce una disparità di fatto tra chi ha veramente bisogno di liquidità in più e tra chi invece può permettersi l’accantonamento con tassazione agevolata. Si rischia paradossalmente di penalizzare di più proprio chi non ce la fa”.

Gli fa eco, sul Tfr, l'economista Tito Boeri, contrario al Tfr in busta paga poiché “dissuadere dall’accantonamento previdenziale, soprattutto per chi ha redditi bassi, mi sembra sbagliato. Capisco che si voglia spingere i consumi ma attenzione perché non è affatto detto che le somme tolte dai fondi andranno a trasferirsi in consumi. Spesso, infatti, si preferisce tenere queste somme liquide per cautelarsi contro gli imprevisti, e, in ogni caso, non possiamo non pensare al futuro previdenziale dei giovani, che è impossibile da immaginare senza un importante pilastro di previdenza complementare. In un paese che è destinato a crescere poco, se crescerà, il rendimento delle pensioni pubbliche è destinato ad essere minimo”.

Ma il ministro delle Riforme e dei Rapporti con il Parlamento, Maria Elena Boschi, alle critiche mosse sul nulla di fatto sulle pensioni, risponde “Mentre spesso i sindacati si preoccupano dei pensionati o dei dipendenti, noi abbiamo fatto misure importanti anche per le partite Iva”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il