BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Samsung Galaxy S5, Nexus 5 S4, S4 Mini, S3 Mini, Htc One: aggiornamento Android 5.0 Lollipop con limitazioni e vincoli

L'aggiornamento Android 5.0 Lollipop sarà presto disponibile per molti smartphone e tablet Samsung, HTC, LG. Il software supporterà i processori a 64 bit.




La novità si chiama Android 5.0 Lollipop. Il nuovo sistema operativo della società di Mountain View sarà progressivamente scaricabile da molti dei dispositivi attualmente in commercio. In casa Samsung è già stato annunciato il supporto da parte del Samsung Galaxy S5, del Samsung Galaxy Note 3 e del Samsung Galaxy Alpha. Restano incertezze sull'ex top di gama Samsung Galaxy S4 mentre è da escludere la compatibilità con il Samsung Galaxy S3. La vicenda dell'aggiornamento Android 5.0 Lollipop si lega inevitabilmente con quella di Android 4.4 KitKat, di cui è in corso la distribuzione.

Chi si è mossa in anticipo per evitare inutili speculazioni, è stata HTC che ha messo nero su bianco come l'aggiornamento arriverà su HTC One M8, HTC One M7 e HTC One Mini "entro 90 giorni dal ricevimento del software finale da Google". L'aggiornamento di sistema operativo sarà disponibile anche per LG G3. In questo caso, però, non è ancora arrivata la conferma del produttore. Non dovanno scaricarlo perché sarà preinstallato i possessori di Nexus 6, Nexus 9 e Nexus Player. In parallelo Google ha annunciato lo sbarco su Nexus 5, Nexus 4, Nexus 7 2013, Nexus 7 2012.

Tempo di ufficializzazioni anche per Sony: Android 5.0 Lollipop sarà scaricabile per Xperia Z, Xperia ZL, Xperia ZR, Xperia Tablet Z, Xperia Z1, Xperia Z1s, Xperia Z Ultra, Xperia Z1 Compact, Xperia Z2, Xperia Z2 Tablet, Xperia Z3, Xperia Z3v, Xperia Z3 Compact, Xperia Z3 Tablet Compact e Xperia Z Ultra Google Play edition.

Resta da capire quali saranno le limitazioni. Il software, si ricorda, supporterà i processori a 64 bit con architetture x86, ARM e MIPS. Fra le novità si segnala il Material Design che consente di iniziare un'attività su un dispositivo Android e completarla su un altro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il