BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni INPS-INPDAP Legge Stabilità: norme, regole, obblighi nuovi. Per chi, cosa e quando. Come funzionano.

Rinvio dell’erogazione delle pensioni dal primo al 10 di ogni mese. E’ polemica ma l’Inps precisa che tale rinvio vale solo per chi ha la doppia pensione Inps-Inpdap




Non è stata solo la misura di aumento della tassazione sui fondi  pensioni ad aver scatenato i malumori di lavoratori e pensionati ma anche la novità secondo cui il pagamento delle pensioni dovrebbe essere spostato dal primo al 10 di ogni mese. La notizia ha montato un vero e propri caso che, però, l’Inps si è affrettato a smontare, precisando che solo chi ha la doppia pensione Inps-Inpdap (circa 800.000 persone) riceverà, dall'anno prossimo, l’erogazione della pensione il 10 del mese. Gli altri 15 milioni di pensionati continueranno a ricevere la loro pensione ogni primo giorno di ogni mese.

Il motivo della decisione di erogazioni degli assegni pensionistici il 10 di ogni mese, secondo le ultime notizie riportate, dipende dal fatto che l’Inps ha da tempo assorbito l’Inpdap, l’ente che si occupa della previdenza degli ex dipendenti pubblici e che già paga il 10 del mese. Il governo vorrebbe pertanto uniformare le date dei pagamenti per razionalizzare l’operazione.

Ma, secondo Cgil, Cisl e Uil si tratta di “un vero e proprio accanimento nei confronti degli anziani. La manovra non solo non prevede alcun sostegno per i pensionati come ad esempio l'estensione del bonus di 80 euro, ma li penalizza con il rinvio del pagamento dell'assegno e i tagli alle Regioni che si tradurranno in una riduzione dei servizi assistenziali e in tagli alla sanità”.

Ed è stata, intanto, organizzata per il prossimo 5 novembre una nuova mobilitazione dei pensionati con iniziative a Milano, Roma e Palermo per chiedere al governo “politiche di sostegno agli anziani alle quali si aggiungerà la richiesta di modificare questa parte della manovra”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il