BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni vecchiaia, donne, anzianità, precoci riforma Governo Renzi: novità proposte, leggi realizzabili e in quali occasioni

Uscita anticipata e flessibile, aumento per le pensioni minime, nuovi emendamenti Legge di Stabilità e novità in riforma P.A.: cosa potrebbe ancora cambiare per la riforma pensioni?




Ancora meccanismi di uscita anticipata e flessibile da inserire negli emendamenti alla Legge di Stabilità che saranno in discussione nei prossimi giorni. Tra le proposte ormai ben note di prestito pensionistico, uscita a 62 anni con 35 anni di contributi e penalizzazioni e sistema contributivo per tutti, torna ad essere l’ipotesi di modifica più accreditata quella che prevedere la possibile proroga del sistema contributivo, in realtà già esistente sotto forma di opzione contributivo donna, che però dovrebbe essere esteso a tutti.

E torna in ballo la possibilità, come le ultime notizie riferiscono, di dare la possibilità a lavoratori e lavoratrici dipendenti e autonomi, di lasciare il lavoro, rispettivamente, a 57 o a 58 anni, purchè accettino di calcolare la propria pensione finale esclusivamente con sistema contributivo e non più con metodo contributivo, ricevendo pertanto un assegno mensile ridotto.

Ma non solo: il Pd ha già avanzato anche altre proposte per intervenire sulla riforma pensioni, come l’approvazione di quella proposta di cancellazione delle penalizzazioni previste attualmente per chi va in pensione prima dei 62 anni avanzata qualche settimana fa dal ministro del Lavoro Poletti, o l’estensione, come aveva del resto annunciato lo stesso premier Renzi prima dell’estate, degli 80 euro anche ai pensionati che percepiscono pensioni minimi.

E ancora, qualche intervento previsto anche per il Tfr in busta paga. Considerando infatti che chi lo richiederà in busta paga sarà soggetto ad una tassazione ordinaria, il Pd chiede che si passi ad un regime di tassazione agevolata, altrimenti non sarà più una misura conveniente.

Probabili interventi sulle pensioni, che potrebbero incidere anche sui prepensionamenti dei privati, potrebbero arrivare anche con la riforma della P.A. Del resto, lo stesso ministro Boschi ha detto: “Per il governo Renzi è importante affrontare la staffetta generazionale sulla stessa lunghezza d'onda del ministro della Pubblica amministrazione e Semplificazione Marianna Madia che con la pensione anticipata ai lavoratori statali contenuta nella riforma P.A.pensa di poter creare, almeno così ha più volte ribadito, 15.000 nuovi posti di lavoro per i giovani nel pubblico impiego”.
 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il