BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Legge Stabilità: pensioni riforma, bonus bebè, blocco stipendi statali, militari, polizia, partita iva minimi. Novità settimana

Cosa cambia per famiglie e pensioni con nuova Legge di Stabilità? Blocco contratti per 2015 ma esclusi militari e forze dell’ordine: le novità




Svanite le speranze di quanti attendevano sistemi di uscita anticipata per i lavoratori che volessero lasciare prima il lavoro (anche se stanno per arrivare nuovi emendamenti in tal senso), sono altre al momento le misure sulle pensioni contenute nella nuova Legge di Stabilità 2015, misure che però prevedono esclusivamente interventi peggiorativi e ci si chiede ancora come mai vengano sempre colpiti i pensionati, piuttosto che essere sostenuti come le famiglie in difficoltà, considerando che si tratta di un’ampia fetta di popolazione italiana (circa 16 milioni di pensionati) la maggior parte dei quali non vive in condizioni dignitose.

Al momento, le misure approvare confermano lo slittamento delle pensioni dal primo al decimo giorno del mese, esclusivamente però per coloro che percepiscono il doppio assegno Inps-Inpdad, mentre per tutti gli altri non cambierà nulla e rimarrà sempre fissato al primo del mese il giorno di riscossione della pensione. Nonostante ridotta la platea, comunque la norma ha suscitato polemiche, considerando che quegli 800mila pensionati interessati hanno bisogno il primo del mese di propri soldi e non solo loro, visto che nelle condizioni di crisi in cui stiamo vivendo molte famiglie vivono con la certezza dell’erogazione ogni mese della pensione del proprio genitore o del proprio nonno, servendosene per pagare mutui o affitti ogni primo giorno del mese.

E’ stato poi introdotto il nuovo obbligo per i medici di comunicare entro 48 ore il decesso di un pensionato Inps tramite sistema telematico già utilizzato per le comunicazioni di malattia; cancellate le prestazioni accessorie erogate dall'Inps per le cure termali, e diminuito di 150milioni di euro il fondo destinato ai patronati. La nuova Legge di Stabilità stanzia nuovi fondi per le detrazioni destinate alle famiglie, a partire dal nuovo bonus bene, che da gennaio 2015 interesserà tutte le neomamme, destinato ai bimbi fino al terzo anno di vita e che potrà essere richiesto da genitori che percepiscono fino a 90mila euro anni.

Diventa inoltre strutturale dal prossimo 2015 il bonus di 80 euro in busta paga per i dipendenti statali e non cambia la platea dei beneficiari; confermato, per il 2015, l’ecobonus fiscale al 65% valido anche per i condomini, così come quello per i lavori di ristrutturazioni edilizie al 50%. E’ stato anche confermato il blocco dei contratti del pubblico impiego fino a dicembre 2015, bloccata anche l'indennità di vacanza contrattuale per gli insegnanti ma restano fuori da tale blocco militari, forze dell’ordine, avvocati e magistrati. Ma si attendono ancora comunicazioni ufficiali in merito.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il