BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Stress Test Unicredit, Mps, Banca Intesa, Ubi, Carige 2014. Giudizi, voti. Banche bocciate, rischi per chi ha conti correnti

Gli stress test bocciano 25 banche europee fra cui 4 italiane. A Monte dei Paschi di Siena servono altri 2,11 miliardi di euro.




Ci sono 4 banche italiane fra le 13 che non hanno avuto il via libera della Banca Centrale Europea. Sono stati restituiti ai rispettivi mittenti i bilanci del Monte dei Paschi di Siena, della Carige, della Popolare di Vicenza e della Popolare di Milano. Alla prima mancano all'appello 2,11 miliardi di euro, la Carige ha fatto registrare una carenza di capitale di 814 milioni di euro. Le ultime due hanno però i conti in ordine secondo gli indicatori di Bankitalia. Complessivamente gli istituti bancari dell'Eurozona dovranno raccogliere capitale per 9,5 miliardi di euro.

Sono i risultati del cosiddetto stress test ovvero la simulazione della resistenza delle banche fino al 2016 secondo le previsioni formulate dalla Commissione Europea e in condizioni negative. Secondo gli esami della BCE, a essere in surplus di capitale ovvero ad aver passato l'esame sono Intesa Sanpaolo, Unicredit, Ubi, Mediobanca, Credem, Iccrea Holding, Banco Popolare, Bpm, Creval, Banca Popolare di Sondrio, Veneto Banca, Banca Popolare dell'Emilia Romagna. Le conseguenze all'apertura delle Borse sono state prevedibili: il titolo della Monte dei Paschi di Siena ha ceduto il 14,7%, quello della Carige il 17,8%.

Secondo Fabio Panetta, vice direttore di Bankitalia, siamo tuttavia davanti a un "risultato rassicurante che non ci ha sorpreso. Ne esce la fotografia di un sistema solido e capace di finanziare l'economia". Anche i toni del Ministero dell'Economia sono positivi: "Le banche italiane si sono preparate per tempo al Comprehensive Assessment, completando operazioni di rafforzamento patrimoniale, cui il mercato ha risposto positivamente, riconoscendo la solidità del sistema bancario italiano anche prima della pubblicazione dei risultati del Comprehensive Assessment".

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il