Pensioni, riforma, prepensionamento: modifiche negative Legge Stabilità con ulteriori interventi per trovare nuovi fondi

A rallentare il percorso della riforma della pensioni è l'assenza della copertura economica. In arrivo una la correzione della manovra di 4,5 miliardi di euro.

Pensioni, riforma, prepensionamento: mod


Nel ragionamento sulla riforma delle pensioni del governo Renzi non può non essere tirata in ballo la cronica mancanza di copertura economica. La situazione è tale che le ultime notizie riferiscono di un possibile aumento dell'IVA dal 2016. Secondo le notizie dell'Osservatorio Nazionale Federconsumatori andrebbe dal 10 al 12% nel 2016, al 13% nel 2017; dal 22 al 24% nel 2016, al 25% nel 2017 e al 25,5% nel 2018. Le ricadute per una famiglia media andrebbero da 176 a 461,18 euro. E all'orizzonte si intravedono anche un aumento delle accise sui carburanti e le ricadute indirette per l'aumento dell'IVA.

Il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan ha poi confermato a Bruxelles la correzione di 4,5 miliardi. Di questi, 3,3 saranno sottratti alla riduzione della pressione fiscale. Altri 0,5 miliardi verranno dai cofinanziamenti dei fondi strutturali dell'Unione Europea, e 0,7 miliardi dalla lotta all'evasione IVA.

Nel 2015 avanti con le riforme del lavoro e della giustizia e con le privatizzazioni, con una media annua dello 0,7% del Prodotto interno lordo. Nel rinvio del pareggio nel 2017, il numero uno di via XX Settembre si richiama alle circostanze eccezionali: il rallentamento dell'economia.

In parallelo governo e sindacati sembrano già essere ai ferri corti. Sul Jobs act, Cgil, Cisl e Uil chiedono un'azione su più fronti, dai maggiori finanziamenti per gli ammortizzatori sociali alle modifiche sull'anticipo in busta paga del Tfr. Dei tre confederati, la Cgil è quella che chiede con più forza di non modificare l'articolo 18 dello statuto dei lavoratori. Sulla vicenda è intervenuto anche il Wall Street Journal che ha criticato la piazza Cgil: "Vogliono mantenere intatte le garanzie del mercato del lavoro: è il movimento per il suicidio economico dell'Italia".

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il