BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Scommesse partite domenica oggi e lunedì Serie A 2-3 novembre 2014. Migliori quote, pronostici di tutte le squadre

Ecco le quote aggiornate delle agenzie di scommesse sulle partite Napoli Roma, Empoli Juventus, Parma Inter, Milan Palermo.




Fino a questo momento i piani alti della classifica del campionato di calcio di Serie A sono suddivisi in due tronconi. Da una parte Juventus e Roma a contendersi la vetta, dall'altra 7 squadre in lotta per il terzo posto. Le combinazione della decima giornate prevede 3 anticipi domani sabato 1 novembre 2014: Napoli Roma, Empoli Juventus, Parma Inter, e l'interessante sfida Milan Palermo di domenica 2 novembre. Quali sono le quote e i pronostici delle agenzie di scommesse?

Nel big match Napoli Roma, la squadra favorita per la vittoria è quella di Rafa Benitez. Snai la banca a 2.45, Bwin a 2.40, Betclic a 2.35. Quote più alte per il successo dei giallorossi, intenzionati a rimanere lassù davanti a tutti: 2.85 per Snai, 2.90 per Bwin, 3.00 per Betclic. Infine il risultato di parità è rispettivamente dato a 3.30, 3.20 e 3.25 volte la posta iniziale.

Le previsioni della partita Empoli Juventus sono tutte sbilanciate a favore dei bianconeri. Per Snai, Bwin e Betclic, il successo della squadra di Massimiliano Allegri è praticamente certo ed è dato a 1.42, 1.45 e 1.45. I numeri sulla vittoria dell'Empoli sono decisamente più alti: 8.50 per la Snai, 9.00 per la Bwin e 6.75 per Betclic.

Le quota sulla partita Parma Inter sono in tutti i casi molto interessanti. I 3 punti conquistati dalla squadra di Walter Mazzarri valgono 2.30 i soldi investiti. La quota è comune per tutte e 3 le agenzie di scommesse. Per chi crede nel riscatto dei ducali, ecco il 3.10. Infine, i risultati 1 X e 2 di Milan Palermo sono rispettivamente bancati 1.50, 4.00 e 7.00 da Snai; 1.53, 3.90 e 6.25 da Bwin; 1.52, 4.00 e 6.75 da Betclic. Anche in questo caso, chi cerca il colpo grosso deve puntare sul successo dei rosanero.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il