Un prodotto per bambini costa il 46% in più. Lo rivela una recente ricerca

Se un prodotto é per bambini costa il 46% in più!



Se un prodotto é per bambini costa il 46% in più!

A dirlo una ricerca (in realtà si tratta di una tesi di laurea, in marketing per essere più precisi) dell'Università Bocconi. (leggi)

La ricerca é stata effettuata su un campione di 17 prodotti per bambini e adulti. Prezzi 2006 a confronto con il 2004, quando la tendenza era, si, al rincaro per i prodotti under 15, ma il maggior costo si fermava al 32% in più.

Dei 17 prodotti presi in considerazione solo due evidenziano un prezzo più alto nella versione adulta: un dentifricio e uno spazzolino.

Al top della hit troviamo le patatine San Carlo: 180% in più, presentate in due pacchetti delle stesse dimensioni, uno dei quali richiama un film per bambini e contiene un regalo che vi si ispira; la confezione per bambini contiene, però, 30 grammi di prodotto, contro i 180 della versione per adulti.

Come dire: mangi di meno paghi di più!

Ma, dalla tesi, viene messo in evidenza anche un problema di tipo etico. La discriminazione di prezzo consiste nell’applicare, per lo stesso prodotto, prezzi più alti a chi è meno sensibile al costo e prezzi più bassi a chi si dimostra più attento.

A rivelarlo, un test condotto attraverso dei questionari su alcune marche di Yogurt.

Il risultato?

Si sceglie il meglio per sè stessi e non per gli altri.

E ci é voluta una tesi di marketing per capirlo?

In marketing veritas?

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il