BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni anzianità, uomini, donne riforma Governo Renzi: novità interrogazioni parlamentari, emendamenti, proposte

Ancora aperta la questione pensioni e diverse proposte ed emendamenti per intervenire sul sistema previdenziali: cosa prevedono




Spetterà al Parlamento l’ultima parola sulla versione definitiva della nuova Legge di Stabilità, su cui si stanno mettendo a punto ancora soluzioni per diverse questioni. Ma resta aperta quella delle riforma pensioni. Nonostante, infatti, nella prima versione non siano stati contemplati interventi sulle pensioni e nessun piano di uscita anticipata e flessibile, le ultime notizie riportano una serie di proposte, arrivati da ogni forza politica e sociale, ancora volte a cambiare la legge Fornero, mentre la Lega resta ferma sulla sua posizione di voler indire un referendum abrogativo, per la prossima primavera, della riforma pensioni Fornero.

Intanto, mentre il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, recentemente, sulle pensioni, è tornato a ribadire “Ci stiamo lavorando”, aprendo nuove speranze di interventi in tutti, Rizzetto del M5S ha presentato un emendamento per applicare il contributo di solidarietà sulle pensioni d’oro. Favorevole alla misura anche Ricchetti del Pd.

Intanto Cesare Damiano e Maria Luisa Gnecchi del Pd tornano a chiedere di introdurre come piano di uscita anticipata, e a costo zero, l’uscita a 62 anni, con 35 anni di contributi e penalizzazioni, e di cancellare ‘il sistema di disincentivi previsti per l'accesso alla pensione anticipata qualora i lavoratori non abbiano perfezionato i 62 anni di età, quadro normativo che penalizza categorie di soggetti, quali i lavoratori che svolgono lavori usuranti o i lavoratori che sono stati esposti per periodi prolungati all'amianto’. Dal Pd, inoltre, ulteriori richieste di aumento delle pensioni più passe, no tax area per chi riceve assegni pensionistici minimi, e revisione delle pensioni di reversibilità e di invalidità.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il