BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Carta circolazione auto aziendali e personali aggiornamento patente e libretto obbligatorio 2014. Chiarimenti, domande e risposte

Chiarimenti e informazioni utili su nuova norma di obbligo aggiornamento della carte di circolazione: cosa c’è da sapere e sanzioni previste




E’ in vigore da lunedì 3 novembre il nuovo obbligo di aggiornamento della carta di circolazione ma si tratta di una novità che sta creando ancora dubbi in tante persone. Di seguito cercheremo dunque di chiarire ogni punto della novità in modo da fornire tutte le informazioni utili.

Cosa prevede il nuovo obbligo di aggiornamento della carta di circolazione?

La nuova norma prevede l’obbligo di aggiornamento del nome riportato su carta di circolazione o libretto che deve essere adeguato a quello riportato sulla patente. E così nome di libretto e patente dovranno coincidere.

Per chi vale il nuovo obbligo?

Il nuovo obbligo vale per tutti gli autoveicoli, motoveicoli e rimorchi leggeri (fino a 3,5 tonnellate) appartenenti ad una persona fisica o giuridica e messi a disposizione di un'altra persona fisica o giuridica per un periodo di tempo superiore ai 30 giorni consecutivi.

Chi e come deve aggiornare il libretto di circolazione?

Devono aggiornare il libretto di circolazione coloro che utilizzano auto aziendali per più di 30 giorni, autonoleggi e auto in leasing. Entro 30 giorni dalla stipula dell’atto, bisogna recarsi presso gli uffici provinciali della Motorizzazione Civile o le agenzie di pratiche auto abilitate, compilare un modulo e una dichiarazione sostitutiva di atto notorio e si otterrà un tagliando adesivo da applicare sulla carta di circolazione dove verranno riportate le generalità dell’utilizzatore del veicolo.

Bisogna aggiornare il libretto di circolazione in caso di utilizzo di auto intestata ad un familiare convivente?

No, non serve alcun aggiornamento. L’obbligo non vale per familiari legati da parentele di primo grado, come genitori e figli, o anche nonni e nipoti, e non vale per i conviventi, purchè risiedano nella stessa abitazione.

Quanto costa aggiornare la carta di circolazione?

Se ci si rivolge alla Motorizzazione bisogna versare 16 euro sul conto corrente postale 4028 (imposta di bollo) e 9 euro sul conto corrente postale 9001 (diritti Motorizzazione). Nelle agenzie di pratiche auto abilitate è previsto un sovrapprezzo.

Quali sono le sanzioni previste nel caso in cui non si rispetti il nuovo obbligo?

Chi non rispetta la nuova normativa sarà soggetto a multe che vanno dai 705 ai 3.526 euro e prevedono anche il ritiro del libretto di circolazione.

Il nuovo obbligo è retroattivo?

La norma non è assolutamente retroattiva, perché l’obbligo di aggiornamento è previsto solo per gli atti che vengono stipulati dal 3 novembre 2014, giorno di entrata in vigore della nuova norma.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il