BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Legge stabilità: pensioni, riforma iva con aumento, Isee 2015, tasse. Resoconto Padoan e relazioni, audizioni in Commissioni

Modifiche, proposte e discussioni nelle varie Commissioni per modificare Legge di Stabilità. Pareri e giudizi ministro Padoan. La situazione




Ricche le discussioni di questi giorni delle varie Commissioni sulle ultime limature per la Legge di Stabilità 2014 che sarà in Parlamento per il voto il prossimo 24 novembre. Diversi gli argomenti in discussioni, dalle pensioni e i vari emendamenti e ddl che chiedono uscita anticipata e flessibile, revisione di pensioni di invalidità civile, e reversibilità, e aumenti per le pensioni più basse con eventuale estensione del bonus di 80 euro anche ai pensioni che percepiscono assegni bassi; all’aumento Iva da scongiurare, se non si vogliono abbattere ancora di più i consumi e iniziare un cammino reale di ripresa economica; al nuovo Isee 2015; al sistema di tassazione.

Mentre si discutono modifiche e limature, il ministro dell’Economia Padoan, in audizione alle commissioni riunite Bilancio di Camera e Senato, ha detto “La riduzione del rapporto debito/Pil rimane una sfida ineludibile per in nostro paese, che possiamo vincere solo tornando a crescere in modo sostenuto e stabile”.

Padoan ha precisato: “La lunga recessione in atto dal 2008 non è ancora terminata, stiamo uscendo da una fase difficile”. Ma, spiega ancora, “La Manovra è anche espansiva per avviare un consistente taglio delle tasse e fornire la spinta alla ripresa. Con la legge di stabilità, la pressione fiscale mostra una riduzione contenuta nel 2015, passando dal 43,3% del 2014 al 43,2%, e si stabilizza al 43,6% in ciascuno degli anni 2016 e 2017”.

Modifiche richieste anche in relazione al nuovo regime dei minimi attualmente previsto: se la misura sulle nuove Partite Iva oggi prevedono una tassazione dal 5 al 15% in base ai redditi percepiti che possono essere compresi tra i 15mmila e i 40mila euro, Scelta Civica chiede di mantenere l’attuale tassazione al 5%, senza limitazioni temporali, come oggi previsto (5 anni o fino al 35esimo anno di età), restando sempre nella soglia dei 30mila però per tutti. Chiesta poi la temporaneità della misura del Tfr in busta paga, modifica cui il governo sembra aprirsi e una riduzione dell’aumento della tassazione sui fondi pensioni, che potrebbe scendere dal 20 come attualmente previsto al 15-17%.

Secondo la Cgil, poi, “La legge di Stabilità nel suo insieme risulta inadeguata e insufficiente in termini di investimenti e politiche di sostegno alla crescita. Le risorse nette che effettivamente mette in gioco nel 2015 costituiscono qualche frazione decimale di un punto di Pil, mentre la stessa certezza, trasparenza ed esigibilità delle risorse effettivamente in gioco costituisce un ulteriore limite non trascurabile. Anche per questo viene accentuata l’assenza di qualsiasi disegno e coordinamento tra politiche di sviluppo e politiche per il lavoro”.

E per questo propone un piano straordinario per l’occupazione giovanile e femminile, da finanziare attraverso un’Imposta sulle grandi ricchezze finanziarie che andrebbe a toccare esclusivamente le famiglie ultraricche d’Italia); una nuova politica industriale per l’innovazione, con il sostegno delle grandi imprese pubbliche nazionali e di Cassa Depositi e Prestiti; e un taglio della pressione fiscale sui redditi da lavoro e da pensione.

Anche Confedilizia è stata ascoltata in audizione dalla Commissione Bilancio della Camera dei deputati sulla Legge di Stabilità e, pur non presentando alcun documento ufficiale, ha chiesto maggiore attenzione del governo al settore immobiliare, fortemente colpito dalla crisi di questi anni e per cui servono interventi per un nuovo impulso.

ISEE 2016: calcolo e compilazione passo passo. Il modello ISEE è un ottimo strumento per ottenere benefici ed esonerei nei pagamenti per alcuni servizi pubblici come la mensa scolastica, il ticket, autotrasporti, università... ecco come compilarlo e quali documenti presentare per le detrazioni

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il