BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Legge Stabilità: pensioni, riforma detrazioni, blocco stipendi statali, bonus bebè 2015. I tanti interventi in Comissioni

Interventi e pareri misure nuova Legge di Stabilità da esperti e associazioni: cosa piace e cosa no. Quali cambiamenti ancora possibili?




Nuovi emendamenti per cambiare la riforma pensioni, modifiche al bonus bebè 2015, ancora incertezza sullo sblocco degli stipendi per militari e forze dell’ordine e detrazioni fiscali da rivedere: nelle diverse Commissioni sono in corso le discussioni su emendamenti, ddl, nuove proposte da definire o cancellare in vista del prossimo voto, definitivo, sulla Legge di Stabilità 2015. Intanto arriva un nuovo allarme dai Comuni che lamentano il peso dei contributi troppo alti previsti. Nel corso dell’audizione alla Camera sulla Manovra, il presidente dell'Anci Piero Fassino ha detto: “Tra tagli diretti e indiretti c’è il rischio che si scarichi sul territorio una manovra francamente insostenibile. Il taglio di un miliardo per città e Province rischia di far partire in default questi nuovi enti”.

E il presidente della Conferenza delle Regioni Sergio Chiamparino propone di: “rendere più stringente il patto per la salute, aumentando anche i risparmi a condizione che si rimettano in circolo stanziamenti per investimenti nella sanità che sono giacenti nel bilancio dello Stato e prevedere costi standard per tutti”.

Per l'Abi, la Legge di Stabilità “segna elementi di discontinuità rispetto al passato” ha detto il direttore generale dell'associazione Giovanni Sabatini che, sui singoli provvedimenti, dall’aumento della tassazione sui fondi pensione, al Tfr, ha parlato di “Misure che destano riserve in ragione degli effetti che potranno avere sulla previdenza. Sono infatti noti i delicati equilibri su cui si basa la struttura finanziaria della previdenza complementare e, più in generale, del risparmio destinato a fronteggiare esigenze future. Inoltre, l'aumento della imposizione ha l'effetto di ridurre drasticamente il beneficio fiscale di cui attualmente godono le forme pensionistiche quale forma di incentivo per la loro diffusione, e pertanto potrebbe avere l'effetto di ridurre il loro appeal”.

Per Confedilizia è, invece, “grave che questo disegno di legge non contenga una minima segnale di attenzione per proprietà immobiliare”. Il segretario generale Giorgio Spaziani Testa ha spiegato che “per la prima volta in vent'anni l'associazione non ha voluto presentare alcun documento illustrativo né alcuna proposta proprio come segno di protesta contro l'assenza di provvedimenti a sostegno della categoria. Il fatto che il disegno di legge di Stabilità non contenga alcuna misura per l'immobiliare e consolidi così una politica di tassazione del risparmio e dell'investimento in edilizia, non può che lasciare sconcertati”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il