BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni donne, anzianità, uomini, vecchiaia riforma Governo Renzi: novità per interventi welfare . Aperture Ministro Padoan

Novità pensioni dopo possibile referendum di abrogazione riforma Fornero e ultime dichiarazioni ministro Economia Padoan




Dopo il primo sì della Cassazione al referendum per l’abrogazione della riforma pensioni Fornero, sembra ci si stia avvicinando alla possibilità di ritorno alle vecchie regole pensionistiche piuttosto che alle modifiche, come proposto in questi mesi e negli ultimi emendamenti e ddl in discussione nelle varie Commissioni, per rendere l’attuale sistema pensionistico più flessibile e sostenibile, in modo da permettere l’uscita anticipata a chi si sente fortemente penalizzato dalle attuali norme, come precoci e usuranti, senza necessità di cambiare completamente l’impianto di una riforma che, seppure tra errori e sbagli, è l0unica in grado di assicurare risparmi per 80 miliardi di euro.

La strada comunque sembra difficile, sia per quanto riguarda l’attuazione di misure flessibili chieste, sia per quanto riguarda la cancellazione totale della legge. E le dichiarazioni del ministro Padoan ne sono ulteriore conferma. Era stato Padoan già mesi fa a dichiarare “Non sono a favore di una diminuzione dell'età pensionabile, ma di un graduale aumento”, rispondendo a quanti gli chiedevano perché l’Italia non potesse modificare le sue pensioni seguendo l’esempio dell’ultima riforma pensioni in Germania, dove è stata abbassata l’età pensionabile.

Per Padoan è meglio continuare a lasciare tutto così com’è e le novità che arrivano dalle ultime dichiarazioni del ministro dell’Economia ribadiscono la sua posizione. Parla di welfare e riforma del lavoro, dicendo che “La riforma del mercato del lavoro per essere pienamente funzionante ed efficiente dovrà essere sostenuta da risorse quantitativamente adeguate, per rafforzare e rendere più inclusiva la rete degli ammortizzatori sociali”, parla delle riforme strutturali che “accresceranno la flessibilità dell'economia italiana, limitando il ricorso alle risorse pubbliche al verificarsi di shock esogeni e offrendo più ampi margini di manovra alla politica di bilancio”, ma nulla sulle pensioni, se non una minima apertura per il bonus di 80 euro ai pensionati ma solo quando, e se, si renderanno disponibili le risorse necessarie.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il